Freezer: come e quali alimenti congelare al meglio

0
612

Ormai il freezer è un elemento imprescindibile delle nostre case. Indubbiamente è molto utile perché grazie ad esso è possibile conservare a lungo gli alimenti, evitando così di effettuare degli sprechi e di ricorrere troppo spesso al cibo già pronto. Ovviamente, anche nel caso di quest’elettrodomestico ci possono essere degli imprevisti, ad esempio quando ci si dimentica per troppo tempo di avervi congelato qualcosa, o quando non ci si ricorda nemmeno del periodo in cui un prodotto è stato surgelato. Tuttavia, per evitare di incorrere in spiacevoli inconvenienti e per fare un uso sempre razionale e in sicurezza del freezer, basta seguire alcuni semplici accorgimenti.

Come usare correttamente il congelatore.

Innanzitutto, gli esperti ricordano che la congelazione blocca il proliferare dei batteri, quindi i cibi conservati a bassissime temperature non corrono il rischio di perdersi. Col tempo, però, possono andare incontro ad una perdita di sapore e qualità, anche se questa conseguenza cambia a seconda del tipo di alimento che si è andato a congelare. Per esempio, le salsicce, il macinato di carne o la pancetta perdono più facilmente il gusto rispetto ai tagli più grandi della carne.

In merito alle modalità di uso del freezer, si raccomanda di depositarvi dei prodotti in piccola quantità anche se con maggiore frequenza, piuttosto che piazzarvi in poco tempo numerosi prodotti alimentari e tutti insieme. Per avere una congelazione più rapida ed efficace si può ricorrere a dei sacchetti di plastica soprattutto per il cibo più sottile e meno ingombrante.

Come conservare correttamente gli alimenti nel freezer

Tra i consigli per far sì che il cibo congelato non perda eccessivamente sapore o fragranza, vi è quello di ridurne il più possibile l’esposizione all’aria. Quando si rientra dal supermercato, invece di riporre subito la confezione, è preferibile invece spostare il proprio acquisto in un sacchetto richiudibile, sigillarlo quasi del tutto, lasciandovi soltanto un piccolo spazio per inserire una cannuccia: in questo modo si potrà aspirare l’aria contenuta nell’involucro. Invece, se si opta per una scatola di plastica, allora è meglio sceglierne una della grandezza giusta, che si riempia tutta e che non resti con troppi spazi vuoti.

Quali sacchetti e contenitori usare per il freezer.

Dopo aver confezionato il cibo da introdurre nel freezer, si possono applicare su ogni sacchetto delle etichette sulle quali si scriverà la data di acquisto: in questo modo si potrà valutare bene di volta in volta quali sono i prodotti più «vecchi» e cucinarli prima di quelli recenti. Le porzioni o le grandezze devono essere limitate: le quantità ridotte sono più comode da scongelare e riscaldare. Per lo scongelamento prima della cottura è preferibile il frigorifero.

I consigli per congelare frutta e verdura

Spesso si è portati a pensare che alcune varietà di verdura o frutta non si possano congelare. In realtà, invece di lasciarle marcire all’esterno per troppo tempo, è possibile riporle nel freezer seguendo pochi, semplici passaggi. Innanzitutto, per i vegetali si consiglia di sottoporli ad una breve cottura di 2-3 minuti affinché possano essere eliminati tutti i batteri e microbi. L’unica eccezione in questo caso è data dai peperoni che possono essere congelati crudi o già completamente cotti senza alcun problema.

Le verdure a foglia, se vengono cucinate prima di essere congelate, vanno a ridurre lo spazio occupato nell’elettrodomestico: possono essere stipate in porzioni per cubetti di ghiaccio o nei contenitori in silicone per i muffin. Può essere utile avere nel freezer un sacchetto contenente gambi di sedano o prezzemolo, funghi, pezzetti di finocchio o porro per avere sempre a disposizione dei condimenti buoni per ogni occasione. In merito alle patate, non vanno conservate crude ma cotte o come purea o alla brace.

Consigli per congelare frutta e verdura.

Passando alla frutta, le pesche, le ciliegie, le fette di melone e le bacche si possono surgelare senza problemi nei sacchettini di plastica. Invece, le pesche e le albicocche andrebbero accompagnate da un pizzico di zucchero e succo di limone per evitare che perdano colore. Gli agrumi come arance, lime o limoni possono essere conservati con tutta la scorza, oppure quest’ultima può essere depositata in freezer già grattugiata, mentre i frutti in succhi versati in cubetti per il ghiaccio.

Frutta da bere regina della merenda a scuola

Particolare è il caso delle banane: quando si congelano diventano di colore marrone e perdono di consistenza. Tutto ciò però non vuol dire che vadano gettate via, anzi, si possono preparare degli ottimi gelati o frullati. Si raccomanda di conservarle in congelatore tagliate a tocchetti così sarà più facile riutilizzarle quando verranno estratte. Infine, mele e pere dovrebbero essere cotte prima della congelazione insieme ad un po’ di zucchero e succo di limone, quindi lasciate raffreddare e poi riposte nelle bustine di plastica.

Le erbe o le spezie aromatiche in eccedenza possono essere tritate e unite ad un po’ di olio. Questo condimento, infatti, aiuta a non disperderne il sapore.

Quali sono gli alimenti meno adatti alla congelazione

Prima di utilizzare il freezer, è bene informarsi anche su quegli alimenti che si sconsiglia di congelare. Tra questi ci sono soprattutto i formaggi molli quali brie o camembert, mentre il parmigiano potrebbe perdere il suo caratteristico sapore, quindi è meglio tenerlo in frigorifero. I tuorli d’uovo, se vengono depositati nell’elettrodomestico, vanno poi riutilizzati solo come ingredienti per alcune ricette e non per essere consumati direttamente. Invece è bene ricordare sempre che le uova intere o crude non vanno mai messe in congelatore.

I formaggi molli non vanno congelati.

Il latte può dare qualche spiacevole sorpresa: una volta scongelato, infatti, potrebbe risultare granuloso. Molto meglio conservare al freddo dei preparati contenenti il latte come la crema gelato o lo yogurt. Tornando alle verdure, quelle ricche d’acqua come cetrioli, pomodori, funghi, lattughe e zucchine non devono mai essere congelate crude, altrimenti si rischia di alterarne consistenza e sapore.