Francia e Italia firmano il Trattato del Quirinale

1
863
Francia e Italia firmano il Trattato del Quirinale

Dopo anni di colloqui e tensioni, Italia e Francia firmano il Trattato del Quirinale. Il presidente francese Emmanuel Macron sarà a Roma giovedì 25 novembre per firmare l’accordo con il premier Mario Draghi. L’accordo mira a fornire un quadro stabile e formalizzato per la cooperazione nelle relazioni tra i due Paesi.

Cosa firmeranno Italia e Francia?

Dopo anni di lavoro tra il governo italiano e quello francese, Roma e Parigi sono pronte a firmare il Trattato del Quirinale. Secondo quanto riferito, il presidente francese Emmanuel Macron si recherà nella capitale italiana giovedì 25 novembre per firmare, insieme al premier italiano Mario Draghi, tale Trattato. L’accordo tra Italia e Francia mira a ribaltare gli equilibri di potere in Europa dopo la partenza della cancelliera tedesca Angela Merkel. I dettagli dell’accordo per ora rimangono sconosciuti. Tuttavia, un alto funzionario italiano ha riferito a Reuters che l’accordo rafforzerà la cooperazione tra i Paesi in aree come economia, commercio, turismo e cultura.

Il governo Conte aveva deteriorato le relazioni con Parigi

Il progetto venne avviato nel 2018 dal presidente francese Macron e l’allora premier italiano Paolo Gentiloni. Tuttavia i colloqui si interruppero durante il primo governo Conte. In quel periodo le relazioni tra Roma e Parigi si sono deteriorate a causa dalle continue accuse lanciate verso Parigi dell’allora ministro dell’Interno Matteo Salvini e dall’incontro dell’ex vicepremier Luigi Di Maio con i gilet gialli. Con il governo Draghi i legami tra i due Paesi si sono completamente ripristinati. Draghi e Macron sono desiderosi di agire insieme per plasmare la politica europea.  


Leggi anche: Italia e Francia contro l’eliminazione del motore a combustione