Francesco Paolo Figliuolo: il nuovo Commissario di Draghi

0
504
Francesco Paolo Figliuolo

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha il nuovo Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19. Il prescelto è Francesco Paolo Figliuolo, Generale di Corpo d’Armata. A Domenico Arcuri vanno i ringraziamenti del Governo per l’impegno e lo spirito di dedizione con cui ha svolto il compito affidatogli.

Chi è Francesco Paolo Figliuolo?

Il Generale Francesco Paolo Figliuolo, originario di Potenza, ha maturato esperienze e ricoperto molteplici incarichi nella Forza Armata dell’Esercito. Ha ricoperto l’incarico di Capo Ufficio Generale del Capo di Stato Maggiore della Difesa e dal 7 novembre 2018 è Comandante Logistico dell’Esercito. In ambito internazionale ha fatto esperienza come Comandante del Contingente nazionale in Afghanistan, nell’ambito dell’operazione ISAF e come Comandante delle Forze NATO in Kosovo, dal settembre 2014 all’agosto 2015. È stato inoltre insignito di numerose onorificenze, tra cui la Decorazione di Cavaliere dell’Ordine Militare d’Italia, la Croce d’Oro ed una Croce d’Argento al Merito dell’Esercito.

Salvini e Renzi si congratulano con Draghi

Il primo a congratularsi per la scelta è stato Matteo Salvini: “Rimosso il commissario Arcuri, al suo posto designato il generale di corpo d’armata Francesco Paolo Figliuolo. Grazie presidente Draghi. Missione compiuta”. Anche Matteo Renzi sembra soddisfatto. Ha scritto su Twitter: “La scelta del Presidente Draghi di sostituire il commissario Arcuri con il generale Paolo Figliuolo, responsabile logistico dell’Esercito, va finalmente nella direzione che Italia Viva chiede da mesi. Bene! Servizi segreti, vaccini, Recovery plan: buon lavoro al Governo Draghi. Bene ha fatto il presidente Draghi a rimuovere Domenico Arcuri da commissario straordinario per l’emergenza Covid-19”.

L’importante è sconfiggere il Covid

“Arcuri ha servito il Paese e lo ha fatto credo in maniera importante e giusta. Draghi è legittimato e ha le carte in regole per sostituirlo. Bene così, l’importante è sconfiggere il Covid, non è una battaglia sui nomi”. Queste le dichiarazioni del sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti Giancarlo Cancelleri, che ha poi aggiunto: “Io non sono per le bandiere – risponde – se Draghi ha deciso così ha sicuramente fatto delle buone valutazioni”.