Fraguas, un possibile esempio di villaggio sostenibile

Un collettivo di giovani voleva attuare un sistema di autonomia delle energetica e alimentare, ma l'amministrazione ha rallentato il progetto

0
387
Fraguas
Fraguas

Un collettivo di giovani è deciso a far rivivere il villaggio di Fraguas nel Parco di Sierra Norte, ma l’amministrazione regionale rallenta il progetto. L’abitato a Nord-Est di Madrid ha vissuto in passato dei momenti tristi. Infatti, nel 1960 il regime di Franco l’ha espropriato per un programma di riforestazione e poi è diventato un campo di addestramento dell’esercito. Le case sono andate distrutte e la chiesa di Santo Domingo de Guzmán lasciata all’abbandono.


Sviluppo sostenibile: investire in una buona causa


Quali sono gli obiettivi del collettivo che intende far rinascere Fraguas?

Il gruppo attua idee sostenibili nella produzione e consumo di risorse. I giovani hanno scelto il villaggio spopolato per avviare un sistema autogestito di indipendenza alimentare e energetica. Quindi hanno disboscato i terrazzamenti coperti di alberi piantati negli anni Sessanta e coltivato ortaggi. Inoltre, hanno prodotto birra e marmellata.

Parco di Sierra Norte

L’area protetta fa parte dei Geoparchi dell’Andalusia, zone che Unesco tutela per le caratteristiche geologiche. La vegetazione è formata soprattutto da bosco mediterraneo e nei villaggi era diffusa la produzione di liquori. Il Cerro di Hiero è un territorio carsico in cui si è formato l’ossido di ferro che fin dal passato era estratto. Si può praticare anche l’arrampicata sportiva.

L’intervento del governo regionale di Castilla-La Mancha

A parere dell’autorità territoriale il collettivo di sei persone ha occupato illegalmente il sito senza rispettare le norme di utilizzo del suolo. Quindi il gruppo deve pagare un’ammenda di 110mila € per coprire i costi di demolizione del villaggio. I promotori del progetto rischiano due anni e tre mesi di carcare. Sono infatti incentivati a recuperare la cifra richiesta per il danneggiamento del patrimonio del villaggio.

La sentenza e la reazione del collettivo di Fraguas

I giovani considerano la sentenza troppo severa e quindi sono scoraggiati dal proseguire il progetto. Uno dei componenti osserva che nella zona tutte le risorse sono sfruttate, forestali, agricole, ma l’amministrazione impedisce l’attività umana. Il governo regionale vuole favorire il reinserimento nelle aree rurali spopolate, ma non può lasciar correre l’urbanizzazione di un’area protetta.