Da oggi sarà disponibile in formato ebook il nuovo libro di Tania Paxia.

Found. È più facile dirlo con un bacio

Found. È più facile dirlo con un bacio

Found. È più facile dirlo con un bacio racconta la storia tormentata di Frankie che si trova al punto di partenza. In quella città che fino a due anni prima era stata casa sua ma che ora non lo è più. Oltre a una casa, però, sta perdendo anche l’altra metà. Infatti la Reeves Guitars rischia di finire nelle mani della concorrenza e lei è pronta a dar battaglia, anche se è costretta a fronteggiare qualche imprevisto di troppo.
Uno di questi è Jayden. Si trova a New York, alle prese con il “silenzio”, con un’agente sempre più impertinente e col suo nuovo ruolo di produttore dell’album di Cora O’Dell. Saranno sufficienti due occhi color cielo a distogliere da lui anche l’attenzione dei paparazzi? 

Non tutto è come sembra, questo ormai Frankie lo sa per esperienza. Ma dopo aver letto l’articolo intitolato “Frankie Goes to Nashville” non può non fare il suo ritorno a New York per verificare di persona alcuni pettegolezzi. C’è una chitarra da salvare. E forse, quella stessa chitarra, potrebbe essere in grado di salvare a sua volta la RG. Dopo il primo round, il secondo round ecco il ko tecnico. Dopo una battaglia vinta, la resa dei conti è finalmente arrivata.

Found è l’ultimo capitolo pubblicato della Liar Liar Series, formata da sette titoli.

Inizia con Lost. Per colpa di un bacio. Franklyn Reeves, Frankie, è cresciuta tra il negozio di musica di sua madre e il laboratorio di suo nonno, proprietario della Reeves Guitars. Dopo la sua morte improvvisa, Frankie parte per un viaggio alla ricerca di se stessa e di suo padre. Arriva a New York e li incontra Jayden Maynard il chitarrista blues più giovane e affascinante d’America. All’inizio la guarda con sufficienza poi un bacio cambia tutto. Un bacio che non c’è mai stato. Non per Jayden, almeno.

Segue Left. Il bacio che aspettavo. Dopo la sconvolgente rivelazione su suo padre, Frankie scappa via alla fine del concerto del gruppo di Jayden. Lui non riesce a fermarla, né a rintracciarla. Frankie è come sparita nel nulla. Per sentirla vicina continua a lasciarle messaggi in segreteria, fino a quando, un giorno, è costretto ad allontanarsi da New York.

È la volta di Gone. Un bacio è troppo poco. Frankie, dopo aver trovato suo padre, lascia New York con la delusione nel cuore. La scoperta della sua identità, infatti, riporta in superficie le tante, troppe, bugie raccontate da sua madre e da suo nonno, allo scopo di non farla soffrire. L’unica cosa che vuole adesso è allontanarsi da tutti, anche da Jayden, seppure lui abbia soltanto la colpa di aver mantenuto un segreto non suo. Frankie si trasferisce in un’altra città per provare ad alleviare il senso di smarrimento.

Back. Un bacio alla luce del sole

Back. Un bacio alla luce del sole

Back. Un bacio alla luce del sole. Jay e Frankie partono per una vacanza con regole ben precise: niente discorsi su padri, madri, nonni e famiglia. Nessuna effusione in pubblico per non alimentare i pettegolezzi. Quindici giorni lontani dalla musica, dagli studi di registrazione, dai social.
Non per Frankie che continua a lavorare al bar-ristorante. Per Jayden, però, il dolce far niente diventa insostenibile già dai primi giorni. Quando Frankie non c’è si distrae facendo la spesa al supermercato, andando a passeggiare in giro per i mercatini dell’usato e leggendo recensioni online non troppo simpatiche.

Liar. Un bacio è per sempre

Liar. Un bacio è per sempre

Liar. Un bacio è per sempre. Dopo le due settimane di “vacanza lavoro”, Jayden e Frankie sono tornati a New York e alla loro vita di tutti i giorni. Jayden si divide tra interviste in tv, prove in vista del tour e proposte di convivenza. Frankie, anche se è fuori allenamento, ricomincia a suonare e cerca con tutte le forze di prendere tempo su più fronti. Per quanto riguarda il fronte “Jayden”, non può far altro che cedere. Non parla però con sua madre da mesi e col passare dei giorni è sempre più difficile tentare di instaurare di nuovo un rapporto con lei. Cosa che invece le viene quasi naturale fare con suo padre. Ma la cerimonia dei Grammy incombe e anche la partenza per Los Angeles.

Feel. Prima dammi un bacio.

Feel. Prima dammi un bacio.

Penultimo titolo è Feel. Prima dammi un bacio. Un attimo prima Jay sonnecchia sicuro di avere ancora la sua Frankie accanto e un attimo dopo apre gli occhi e lei non è più lì. È fuggita di nuovo. Stavolta però Jay conosce la sua destinazione e il motivo per il quale è dovuta partire. Purtroppo dietro l’angolo ci sono sempre degli imprevisti. Questo vale anche per il bluesman più sopravvalutato e desiderato d’America non immune ai malanni di stagione che minacciano la sua salute.

Tania Paxia vive in provincia di Livorno. Frequenta la facoltà di Giurisprudenza di Pisa ma la sua grande passione è scrivere. La Newton Compton ha pubblicato Le strane logiche dell’amore, un grande successo sul web; Ti amo ma non lo sai;Ti amo già da un po’ e Prima che arrivassi tu. In formato ebook la Liar Liar Series.

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here