Forniture ucraine, ONU: “prove aneddotiche” di saccheggi russi

0
649
Spedizioni di grano ucraino: nessun impedimento dalla Russia

Secondo l’alto funzionario ONU per l’alimentazione e l’agricoltura Schmidhuber, vi sarebbero “prove aneddotiche” che la Russia sta saccheggiando le forniture di grano ucraine. Tale considerazione arriva poco dopo che diversi funzionari ucraini, tra cui il ministro dell’agricoltura Solskyi, avevano denunciato saccheggi nei territori occupati. Ciò si somma a diversi altri fattori che, a causa della guerra, stanno minacciando la sicurezza alimentare in Ucraina, e anche a livello globale.

ONU: la Russia sta saccheggiando le forniture di grano ucraine?

La Russia compie una serie di saccheggi ai danni delle forniture di grano ucraine. È quanto ha affermato Josef Schmidhuber, alto funzionario dell’ONU per l’alimentazione e l’agricoltura. Schmidhuber sottolinea però che si tratta di “prove aneddotiche”, cioè non ci sono ancora dati statistici che possano confermare con certezza quanto accaduto alle forniture di grano nel corso del conflitto in Ucraina. Secondo le stime del funzionario ONU, da quando è scoppiata la guerra le forze russe avrebbero sottratto circa 70 000 tonnellate di grano. “Ci sono prove aneddotiche che le truppe russe hanno distrutto la capacità di stoccaggio e che stanno saccheggiando il grano disponibile”, ha affermato Schmidhuber nel corso di una conferenza stampa bisettimanale tenutasi a Ginevra.

Già la scorsa settimana denunce da parte dei funzionari ucraini

Le considerazioni da parte dell’ONU arrivano una settimana dopo che dei funzionari ucraini avevano affermato che la Russia stava prendendo il grano dalle forniture nazionali. Il ministro dell’agricoltura ucraino Mykola Solskyi ha definito i presunti saccheggi “una vera rapina”. “L’ho sentito personalmente da molti proprietari di silos nel territorio occupato. Questa è una vera rapina. E questo sta accadendo ovunque nel territorio occupato”, ha dichiarato Solskyi.

Secondo le stime al momento considerate, la guerra in Ucraina ha minacciato la sicurezza alimentare non solo su scala nazionale, ma anche globale. L’Ucraina è infatti uno dei principali produttori ed esportatori di grano e cerali nel mondo. Non a caso, il paese è conosciuto come il “cesto del pane d’Europa”. Solo nel 2020, infatti, l’Ucraina aveva esportato nell’Unione Europea prodotti agricoli per un valore pari a 6 miliardi di dollari.


Leggi anche: USA: abbiamo prove credibili che la Russia ha giustiziato gli ucraini