Foggia, orrore in famiglia: Marito in manette

Foggia. Un vero e proprio incubo per un'intera famiglia. Una mamma con i propri figli subiscono per molto tempo maltrattamenti fisici e psicologici.

0
142
Violenza sulle donne

Foggia. Un vero e proprio incubo per un’intera famiglia. Una mamma con i propri figli subiscono per molto tempo maltrattamenti fisici e psicologici. Il disastro di un marito e padre, spietato. Questa mattina l’incubo ha avuto fine.

FOGGIA | Violenta la moglie e picchia i figli: arrestato 42enne

Foggia, un tragico incubo per un’intera famiglia durato per troppo tempo. Una mamma e i propri figli sottoposto a maltrattamenti fisici e psicologici. Il tutto è degenerato nel tempo. Gli agenti della squadra mobile di Foggia nella giornata di martedì, hanno effettuato la misura cautelare di custodia in carcere, emessa dal GIP a riguardo dell’uomo. Se è possibile definirlo tale, accusato di maltrattamenti in famiglia nei confronti dei suoi figli, e abusi sessuali nei riguardi della moglie. Le parole della donna nel corso della testimonianza, sono state dirette e fulminee. Sono espressi dettagli sulla quotidianità assieme all’uomo raccontando di un uomo tirannico e irruente. Una quotidianità caratterizzata da offese umilianti durate troppo a lungo.


Violenza sessuale sugli anziani: i casi aumentano


Foggia: Cosa accadde ai figli?

La famiglia di Foggia sottoposta a continue aggressioni da parte dell’uomo, marito e padre. Aggressioni fisiche e psicologiche che nel giro di pochi anni, oltre alla propria moglie, hanno coinvolto anche i figli. Violenze verbali ed ingiurie d’ogni tipo. Dinanzi ad informazioni così crude, è difficile credere al pensiero dei parenti stretti. Pronti a minimizzare l’accaduto. Trascorsi i primi anni vengono coinvolti anche i figli, picchiati e sottoposti a violenza psicologica. Anche per motivi futili. Come ad esempio, l’indossare abiti poco adatti secondo le sue prerogative, o magari del trucco.

La donna sottoposta ad abusi sessuali

La donna, madre di famiglia, racconta minuziosamente alla questura dei rapporti sessuali pretesi dall’uomo contro la sua volontà. Spesso si è trovava costretta a concedersi per evitare problemi successivi e violente liti, alle quali avrebbero potuto assistere anche i figli. In una circostanza l’uomo ha abusato di lei pretendendo un rapporto con la forza. Privo di alcuna vergogna, privo di alcun pudore.


Violenza contro le donne: dati sempre più allarmanti


“Non fai male a chi vuoi bene” – Esperimento Sociale

Commenti