Fleets Twitter, arriva la nuova funzione del social network

La nuova opzione di 'stories' ora disponibile sul social

0
165
twitter fleets

Dopo Instagram, Facebook e WhatsApp anche Twitter ha deciso di ricorrere alle ‘ stories’. La funzione è stata inventata dal social ‘Snapchat’ qualche anno fa. Consiste nel rendere visibile per 24 h foto e immagini, che automaticamente vengono cancellate. Da anni questa funzione ha il compito di narrare la vita quotidiana degli utenti in tempo reale. Su Twitter arrivano con il nome di Fleets, ed attualmente è ancora in fase di prova. Solo in Italia e in Brasile è possibile usufruire di questo servizio.

Abbiamo sviluppato questa funzione per darti la possibilità di esprimerti in modi diversi, meno permanenti e più dinamici rispetto ai Tweet” queste sono state le parole che il social ha lasciato in allegato alla descrizione dei Fleets. La funzione del social è arrivata in Italia il 21 maggio.

Twitter Fleets: come funzionano?

Il funzionamento dei Fleets è molto facile ed intuitivo, ma soprattutto simile alle storie che comunemente gli utenti usano su WhatsApp e Instagram. Tutti i followers che si hanno sull’account twitter, potranno visualizzare le tue ‘storie’ in modo molto veloce. Ma presentano alcune differenze sostanziali rispetto agli altri social network. Infatti i Fleets sono disponibili solo su dispositivi mobili; non prevedono retweet, mi piace o risposte pubbliche; i commenti ai Fleets sono possibili solo tramite messaggio privato; è possibile vedere chi visualizza i tuoi Fleets. Se si possiede un profilo pubblico è molto più facile rendere visibili le proprie storie. Situazione differente sarà per i profili privati di cui non sarà possibile visualizzare i contenuti dei feed.

Il rapporto con i social

Attualmente il fenomeno delle storie permane su ogni tipo di social network. Documentare la propria vita in tempo reale è diventata un’ abitudine di tutti. Mostrare i propri momenti di gioia, di vita quotidiana, le proprie passioni, le proprie opinioni è un qualcosa che ci rende più vicini. Più uniti come persone come comunità, come esseri umani. Forse ormai le persone sono talmente concentrate su se stesse, che sembra quasi indispensabile mostrarsi nel proprio habitat naturale. Forse è questa sovra esposizione a renderci vittima di questo turbine distruttivo di social. Ti affascinano ma allo stesso momento riescono a consumarti.

Commenti