Omicidio, suicidio, incidente: sono molte le ipotesi avanzate per motivare la morte di Maria Tanina Momilia

39, d’origine belga, la donna nella giornata dei domenica doveva recarsi a pranzo dagli ex vicini di casa, ma il suo tragitto in auto è stato breve: il suo corpo è stato ritrovato vicino casa sua. Via Castagnevizza, a Isola Sacra, ore 11:00 del mattino, un corpo rovesciato rinvenuto in un canale di Fiumicino, dagli operai di un consorzio 12 ore dopo l’appello del marito della defunta, Daniele Scarpati. 

Aiutatemi è da stamattina alle 10 che non si hanno più notizie di mia moglie. È sparita nel nulla aiuto

Pubblicato da Daniele Scarpati su Domenica 7 ottobre 2018

Una richiesta d’aiuto per porre fine alla ricerca che egli aveva cominciato la mattina dell’7 ottobre. Una ricerca divenuta indagine, oggetto oggi del lavoro della Polizia Scientifica di Ostia. I carabinieri del Gruppo e della compagnia di Ostia che, coordinati dalla Procura di Civitavecchia, si sono adoperati per interrogare parenti, amici, colleghi, conoscenti e le ultime persone che hanno visto la donna, tra cui il suo personal trainer. Qualcuno, su Facebook, ha scritto di aver visto la donna ieri sera barcollante in strada.

Vestiti neri, pantaloni in pelle, sono gli abiti che identificano Maria Tanina Momilia, la cui stessa vita è ora sottoposta ad indagine, per verificare se ci fossero persone che provassero astio nei suoi confronti. La supposizione di omicidio nasce dalle lesioni sul volto, in testa e la grave ferita alla nuca: si avanza l’ipotesi di una aggressione.

Ad agosto si era fatta tatuare una farfalla rosa su un avambraccio: «Siamo solo per pochi», una provocazione, un messaggio, ogni particolare diventa prova.

Maria lascia due ragazzi di 13 e 17 anni, un marito amorevole, un appello senza risposta, il tutto avvolto nel mistero della sua scomparsa. 

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here