Fiume Colorado: per la prima volta c’è carenza d’acqua

0
390
Fiume Colorado

Il governo federale lunedì ha dichiarato per la prima volta una carenza d’acqua nel bacino del fiume Colorado. Ciò ha portato a tagli obbligatori al consumo di acqua in tutto il sud-ovest.

Gli studi a riguardo

Nel suo studio di 24 mesi dell’agosto 2021, il Bureau of Reclamation (agenzia federale sotto il controllo del Dipartimento degli Interni) ha affermato che il lago Mead, il più grande bacino idrico degli Stati Uniti per volume, si trovava a circa 325 metri sul livello del mare e al 35% della capacità. Il lago dovrebbe rimanere a questi livelli nel 2022, dunque il fiume Colorado entrerà nel primo livello di tagli idrici a partire dal 1° gennaio.

La sfida del fiume Colorado

“Come gran parte dell’Occidente, attraverso i nostri bacini collegati, il fiume Colorado sta affrontando sfide senza precedenti e in accelerazione”. Questo è quanto ha dichiarato in una nota Tanya Trujillo, assistente del dipartimento degli interni. “L’unico modo per affrontare queste sfide e il cambiamento climatico è utilizzare la migliore scienza disponibile e lavorare in modo cooperativo tra i paesaggi e le comunità che dipendono dal fiume Colorado”.


La classifica dei 24 siti Unesco USA più visitati


I prossimi tagli

Sotto questi primi tagli, l’Arizona vedrà una riduzione del 18% della sua fornitura totale del fiume Colorado e il Nevada perderà circa il 7%. Il governo ridurrà inoltre del 5% l’assegnazione annuale di acqua del fiume al Messico. Un secondo livello di tagli verrebbe attivato se il lago Mead scendesse sotto i 320 metri. “L’annuncio odierno di una condizione di carenza di livello 1 al Lago Mead sottolinea il valore degli accordi di collaborazione che abbiamo in essere con i sette stati del bacino, le tribù, gli utenti dell’acqua e il Messico nella gestione dell’acqua nel bacino del fiume Colorado”, ha affermato il vice commissario per la bonifica. “Mentre questi accordi e queste azioni hanno ridotto il rischio, non abbiamo eliminato il potenziale per il continuo declino di questi giacimenti di importanza critica”.

L’impatto sull’agricoltura

Il taglio dovrebbe avere un impatto sull’agricoltura, in particolare in Arizona. Alcuni agricoltori hanno lasciato i loro campi a maggese o sono passati a colture a minore intensità d’acqua. Altri hanno invece iniziato a pompare acqua sotterranea aggiuntiva per compensare. “Il fiume è una risorsa iconica”, ha detto al New York Times Kevin Moran dell’Environmental Defense Fund. “Ma dobbiamo pensare anche alla gestione delle nostre acque sotterranee”.

La riduzione dell’acqua del fiume Colorado

Uno studio del 2020 degli scienziati del Geological Survey degli Stati Uniti ha rilevato che il flusso del fiume Colorado ha subito una diminuzione di circa il 20% nel secolo scorso. Oltre la metà del declino è da attribuirsi al riscaldamento delle temperature. I ricercatori hanno aggiunto che la portata media potrebbe diminuire del 31% rispetto alla media storica entro la metà del secolo, a meno che non si verifichi una riduzione significativa delle emissioni per il riscaldamento del pianeta. Brad Udall, scienziato senior dell’acqua e del clima presso la Colorado Stae University, ha dichiarato alla CNN che il declino del Lago Mead è “molto significativo”. “È qualcosa di cui quelli di noi nella comunità climatica sono preoccupati da oltre un decennio, a causa del calo dei flussi dovuto ai cambiamenti climatici”, ha affermato.