Fiuggi (Frosinone) – Bimbe salvano la madre da un violento pestaggio con una videochiamata

0
223

E’ successo a Fiuggi, in provincia di Frosinone. Le bambine, pur non sapendo leggere, hanno cercato la foto della nonna sul telefonino e poi avevano pigiato il tasto per mettersi in contatto con la donna.

Lei, casalinga di 38 anni e mamma di due bambine, stanca di veder rientrare il marito ubriaco si era rifiutata di preparargli la cena. E lui, il marito operaio 40enne residente a Fiuggi, quando è rientrato a casa e non ha trovato niente sulla tavola ha cominciato a picchiarla, massacrandola di botte.

Botte alla mamma, sorelline la salvano così: “Nonna corri, la mamma ha bisogno di aiuto”

Le due figlie, due sorelline di 3 e 4 anni, hanno assistito alla scena e pur non sapendo leggere hanno preso il cellulare della mamma e sono andate a cercare su WhatsApp la foto della nonna. Hanno pigiato sul simbolo che si trovava a destra della foto attivando la videochiamata. “Nonna corri, la mamma ha bisogno di aiuto”, sono state queste le parole che ha udito l’anziana che ha subito allertato l’ambulanza del 118.

A seguito di tali fatti l’operaio è stato rinviato a giudizio per lesioni gravi. Il processo è stato fissato per la metà di dicembre. La vittima che si è costituita parte civile sarà difesa dall’avvocato Claudia Mancini.  

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here