Firenze – Arrestato il “Diavolo” capo di una setta satanica

0
128

La Squadra mobile di Firenze ha arrestato un 23enne di Prato, capo di una setta satanica basata su violenze sessuali, riduzione in schiavitù e pedo pornografia

Era a capo di una setta satanica e si autodefiniva “il Diavolo”. Un 23enne di Prato è stato arrestato questa mattina dalla Squadra mobile di Firenze, con l’accusa di violenze sessuali, riduzione in schiavitù e pedo pornografia. Ora, come riporta Today, si trova agli arresti domiciliari. Secondo le prime indagini, l’uomo avrebbe soggiogato decine di persone, ridotte a inferiori alle quali poteva fare qualsiasi cosa.

Da alcune intercettazioni telefoniche e dalle testimonianze delle vittime, è emerso come “il Diavolo” riuscisse a controllare i membri della setta con la violenza, l’inganno e una visione della realtà distorta. L’idea di base del gruppo era quella di essere superiore a tutti, e di avere il compito di guidare gli altri membri (i prescelti) verso l’immortalità. Per fare ciò, il 23enne si inventava prove di ogni sorta, anche a sfondo sessuale o di schiavitù.

Col passare delle ore, emergono nuovi dettagli su ciò che un 23enne di Prato, autodefinitosi “il Diavolo”, faceva ai suoi discepoli di una setta satanica. Per avere i presunti poteri sovrannaturali del capo, gli altri membri dovevano sottoporsi a delle prove di ogni tipo. Dalla violenza fisica a foto di nudo, fino ad arrivare a rapporti sessuali sotto minaccia.

Tra le vittime, anche diversi minori, che volevano uscire da una situazione di solitudine e depressione ottenendo i super poteri del capo della setta. Ora il ragazzo si trova agli arresti domiciliari, dopo che la Squadra mobile di Firenze ha eseguito un’ordinanza d’arresto emessa dal gip di Firenze.

Commenti