Fiori regali: tutti gli omaggi a Elisabetta II

0
246

Sappiamo che la regina Elisabetta amava il giardinaggio e che uno dei suoi appuntamenti annuali preferiti era partecipare al Chelsea Flower Show. Non c’è da stupirsi, quindi, che siano nati fiori regali per omaggiarla.

Quali sono i più bei fiori regali dedicati a Elisabetta II?

Nel 1952, da poco salita al trono, la giovane regina divenne mecenate della Royal Horticultural Society (RHS). “Sua Maestà ha visitato la mostra più di 50 volte durante il suo regno, e ha sempre avuto grande piacere nel visitare i giardini e le mostre di piante, oltre che a parlare con gli espositori” ha raccontato un portavoce della società. “Ha capito l’importanza del giardinaggio, e non c’è dubbio che lei e suo marito godessero della pace e della privacy dei loro giardini a Sandringham, Norfolk, Balmoral, Aberdeenshire. Inoltre, si dice che nessuno conoscesse i giardini di Buckingham Palace meglio di lei. Il supporto di Sua Maestà è sempre stato fonte di forza per la RHS, e siamo lieti che la regina abbia potuto visitare quest’anno l’RHS Chelsea Flower Show”. Di seguito quindi scopriremo i fiori regali a lei dedicati, dalle parole del capo orticoltore di RHS, Guy Barter.


Profumo da regina cosa amava portare Elisabetta II


Rosa rosa Elisabetta II

Si tratta di uno dei fiori più recenti, introdotta da Harkness Roses in occasione del Giubileo di Platino. Una rosa tea ibrida, con fiori dalla forma classica ed elementi di rosa tenue, ambra chiaro/oro e crema e dal profumo dolce e intenso. Le sue foglie sono robuste e grandi, di colore verde scuro, con una buona resistenza alle malattie. Potrà crescere in cespuglio, in bordure soleggiate e nel terreno adatto.

Camelia Sua Maestà la Regina Elisabetta II

Questo fiore è un sempreverde, con fiori rosa salmone/rosa che fioriscono per appena due settimane in primavera. È nata negli Stati Uniti nel 1953, e le sue fioriture possono raggiungere i 12 cm. Si adatta meglio all’ombra e a terreni acidi, ma anche nei contenitori di giardini cittadini con terriccio. Teme però il freddo: sarà opportuno quindi sistemarla al riparo, per evitare che il vento freddo danneggi boccioli e fiori.

Dendrobium Regina Elisabetta II

Questa rara orchidea tropicale sempreverde ha preso il nome della regina nel 1972, a seguito della sua visita a Singapore, in Malesia e nel Brunei. I suoi steli sono lunghi ed eretti, simili a canne, le foglie verdi e coriacee, disposte alternativamente. I gambi fioriti sono arcuati e lunghi fino a 40-50 cm, e supportano fino a 20 fiori gialli di lunga durata. Non è venduto in Gran Bretagna, ma può vivere per un po’ come pianta da appartamento, o meglio ancora in una serra riscaldata o in un giardino d’inverno.

Giglio Regina Elisabetta

Questo fiore perenne ed estivo cresce con steli eretti e foglie lanceolate verde scuro e lucide, e fiori profumati color rosa intenso, con macchie rosa più scure e bordi bianchi. Se ne avete in casa, sarà bene rimuovere i fiori appassiti ma non tagliare gli steli sino all’autunno.

Rosa David Austin English Shrub

Questa rosa è invece stata creata nel 2002, in occasione del Giubileo d’Oro. Le sue fioriture sono rosa corallo a forma di cupola, a fioritura ripetuta e sostenute da steli arcuati e aggraziati. La sua fragranza ricorda limone fresco e lampone, e la pianta cresce fino a 12 cm. Preferisce luoghi soleggiati e il terreno giusto.

Rosa la Regina Elisabetta II

Rosa ad arbusto grandiflora, nel 1979 era la preferita al mondo. È nata negli Stati Uniti nel 1954, alta e robusta, con foglie grandi e coriacee, e grappoli di fiori rosa chiaro singoli o doppi, spesso profumati. I suoi steli lunghi fioriscono per tutta l’estate fino al tardo autunno, e preferisce i luoghi soleggiati.

Mughetto

Questi fiori non sono dedicati alla regina, ma figurano in questa lista perché si ritiene che fossero i suoi preferiti, fino ad essere inclusi nel suo bouquet da sposa. Una pianta bulbosa, profumata e delicata, coltivata già da secoli, che prospera in qualsiasi terreno e qualsiasi ombra. I suoi fiori sono bianchi e a forma di campana, con foglie ellittiche accoppiate.

Clematide montana Elisabetta

Qui abbiamo invece un rampicante, vigoroso e resistente, che si arrampica su pareti alte o pergolati. I suoi fiori sono rosa, di circa 6 cm, con stami giallo pallido, leggermente profumati. Le foglie sono color bronzo, trifogliate, ma maturando la tinta varia nel verde medio. Fiorisce in tarda primavera, sino alla fine dell’estate, talvolta anche più avanti. È stato introdotto nel 1953 da Jackman’s Nursery a Woking, non lontano da RHS Garden Wisley.

Rododendro regina Elisabetta II

Questo fiore è stato allevato dalla Crown Estate nel 1969, ed è un arbusto grande, cespuglioso e sempreverde. Crea rami di fiori a forma di imbuto, colore giallo crema pallido che possono arrivare a 11 cm di larghezza. Fiorisce a maggio, per appena due settimane, e non è semplice da trovare poiché nel Regno Unito ne esiste un solo fornitore. Necessita di terriccio acido.