Il presidente della Fiorentina Andrea Della Valle non ci sta. Il patron viola è praticamente un fiume in piena dopo le decisioni del giudice sportivo: “Non riesco a spiegarmi quanto successo. Io voglio e devo lottare per la Champions fino alla fine. Prima ci sono stati degli errori in molte partite importanti e adesso Borja Valero, esempio di correttezza, è stato fermato per quattro turni. Una più di Balotelli. Sono molto dispiaciuto di quello che sta accadendo. La città è stanca”.

“Borja Valero è un esempio per il calcio italiano, è il giocatore più corretto che abbiamo mai avuto. Ditemi voi se merita quattro giornate per l’episodio di ieri sera – ha affermato il patron ai microfoni di Sky -. La mia società è quella del fair play, dell’abbattimento delle barriere allo stadio e di altre iniziative mirate a un clima distensivo. Dobbiamo darci una calmata, ma questa storia va avanti da mesi. Parlo a nome della città di Firenze, che adesso è stanca. Qualcuno mi deve spiegare cosa sta accadendo. Voglio e devo lottare per la Champions League fino alla fine, perché ho tutti i mezzi per poterlo fare. Ripeto: sono dispiaciuto, ma la squadra non ha alibi. Anzi, onore ai ragazzi che ieri hanno recuperato in inferiorità numerica. D’ora in poi vigilerò di più. Farò ricorso. Braschi mi deve spiegare perché Borja Valero merita quattro giornate”.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here