Figlio minaccia la madre: lei chiede aiuto ai carabinieri

0
170
Figlio minaccia la madre

Figlio minaccia la madre perché vuole i soldi: la donna chiede aiuto ai carabinieri e subito dopo colta da malore.

L’agrigentina è corsa al comando provinciale dove ha raccontato tutto ai militari dell’Arma e dove è stata colta da un malore. E’ accorsa anche un’autoambulanza del 118. Figlio minaccia la madre che gli chiede soldi alla madre e al rifiuto inizia a dare in escandescenze. “Volano” parole grosse, insulti e perfino minacce. La donna ci prova, anche ripetutamente, a spiegare, a persuaderlo per cambiare comportamento.

Poi, però, presa dal panico scappa di casa e corre dai carabinieri. Perché quegli uomini dell’Arma sono veramente “i carabinieri della gente” e in tanti li sentono vicini, disponibili, amici. Mamma agrigentina trova quindi il coraggio è accaduto negli scorsi giorni di bussare alla caserma, al comando provinciale, e chiedere “aiuto”. E proprio a loro, ai carabinieri, ha raccontato tutto quello che le era appena accaduto per via del figlio ventenne.

La donna, ad un certo punto, s’è anche sentita male e, in via precauzionale, i militari hanno anche chiamato un’autoambulanza del 118. La donna, di mezza età, alla fine non se l’è sentita di formalizzare una denuncia a carico del figlio che continua a darle dei problemi. Ma ha, appunto, e a cuore aperto, chiesto “aiuto” a quelli che sono “i carabinieri della gente”.

Famiglia avvelenata dalla Mandragola a Canicattì (Agrigento)

Crolla palazzina nel centro storico di Favara (Agrigento)

Agrigento – Aggredisce suocero e poi si scaglia contro i carabinieri

Nell’abitazione del centro di Agrigento s’è registrata, fra madre e figlio, un’accesa discussione. Il ragazzo continuava a chiedere soldi al genitore e la donna, preoccupata, ha continuato a negarglieli. Ad un certo punto, però, il ventenne ha iniziato a dare in escandescenze: l’ha insultata e minacciata.

L’agrigentina ha temuto il peggio, ha temuto d’essere aggredita specie anche per le pesanti minacce ricevute ed è il motivo per cui, non sapendo cosa fare e a chi rivolgersi, ha bussato alla caserma “Biagio Pistone” che è la sede del comando provinciale dell’Arma, ma anche della stazione cittadina dei carabinieri. I militari, dal canto loro, dopo aver ascoltato la donna e aver anche chiamato l’ambulanza, visto che appunto l’agrigentina è stata colta da malessere, hanno redarguito il giovane, invitandolo a cambiare condotta, rispettando tanto per cominciare la donna che l’ha messo al mondo.