Fiction all’italiana: Lo zio d’America & Ho sposato un calciatore

0
1069

LO ZIO D’AMERICA e HO SPOSATO UN CALCIATORE sono state due fiction italiane realizzate nel primo lustro degli anni duemila, dalle alterne fortune, molto seguita la prima, composta da un cast d’eccezione, cancellata la seconda, visto il poco impatto ottenuto sul pubblico.

Lo zio d’America è stata una serie televisiva italiana prodotta tra il 2002 ed il 2006 composta da due stagioni e 12 episodi complessivi (ognuno della durata media di 100 minuti circa). In prima visione è andata in onda su Rai 1. Per la regia di Rossella Izzo, la fiction è una commedia familiare molto simpatica. Protagonista dello show è Massimo Ricciardi (Christian De Sica), un italiano emigrato negli Stati Uniti nella speranza di far fortuna, al quale però le cose vanno male, per cui decide di far ritorno in patria. In Italia, tornato dalla sua nobile famiglia ed in particolar modo dalle sue due sorelle, le cose non vanno meglio, in quanto i parenti stanno affogando dai debiti, fatto che li costringe a mettere in vendita la bellissima villa di famiglia. Massimo, estroso e dotato di molta inventiva, riuscirà a salvare la situazione tramite espedienti imprevisti, che sottolineeranno la sua grande genialità, reinventando la villa come luogo dove svolgere matrimoni ed eventi. La seconda stagione, girata ben quattro anni dopo la prima, è quasi un reboot della serie, infatti cambiano molti personaggi e anche la storia, azzerando o quasi ciò che era stato mostrato nel primo ciclo di puntate. In questo caso la famiglia Ricciardi assaggia veramente la povertà, ed anche stavolta Massimo dovrà rimboccarsi le maniche ed ingegnarsi per cercare di salvare la baracca e rimettere le cose a posto; anche in questa stagione egli sarà conteso sentimentalmente da più donne, tutte prese dal suo fascino irresistibile. La serie ottenne un buon successo, ciò è dimostrato dal fatto che si decise di produrre una seconda stagione ad addirittura quattro anni di distanza dalla prima; molto del successo, dato dalla simpatica ed avvincente storia, è dovuto in particolar modo al cast, composto da tanti attori di primissimo piano dello star system italiano: il protagonista assoluto è Christian De Sica, ottimo nel suo ruolo; poi troviamo Eleonora Giorgi, Rosanna Banfi, Ornella Muti, Lorella Cuccarini, Karin Proia, Paolo Conticini, Myriam Catania, Edoardo Leo, Monica Scattini, Enzo De Caro, Barbara D’Urso, Ray Lovelock, Pino Quartullo, Pino Insegno, Ramona Badescu, Stefano Masciarelli e Marco Bocci.

Ho sposato un calciatore è stata una miniserie televisiva italiana del 2005 composta da una sola stagione da 4 episodi da 100 minuti circa ciascuno. In prima tv è stata trasmessa da Canale 5. Con la regia di Stefano Sollima, si è trattato di un drama, in quanto si è descritto il mondo del calcio in modo particolare, sottolineando come la fama dei calciatori possa portare conseguenze negative nei giocatori stessi, uomini prima di tutto, che si ritrovano ad affrontare problemi che magari dall’esterno non ci si immagina neanche che persone del genere possano avere. Ovviamente la serie è molto romanzata, a tratti anche ai limiti dell’inverosimile. La storia racconta la vita di qualcuno di essi e delle loro molteplici problematiche, soprattutto familiari, facendo trasparire la loro professione come un incubo, una sorta di gabbia dorata. I calciatori protagonisti giocano nell’immaginaria squadra Olimpia. La miniserie non ottenne successo, per questo motivo la produzione la cancellò non dandogli la chance per una seconda stagione. Protagonisti sono stati: Paolo Seganti, Jane Alexander, Edoardo Leo, Karin Proia, Benedetta Valanzano, Mirko Petrini, Maria Elena Vandone, Frank Crudele, Valerio Aprea e Costantino Vitagliano.

Commenti