Festival dell’ Umanità: Castelnuovo di Porto oltre i confini.

1
703

Una bellissima iniziativa quella del comune di Castelnuovo di Porto (Roma) di organizzare durante le giornate del 23-24-25  Maggio un festival volto a sensibilizzare e riportare l’attenzione sull’importanza dell’Individuo.

Questa prima edizione dedicata a Paolo Dieci, ex presidente del CISP e del LINK 2007 venuto a mancare a causa del disastro aereo in Etiopia, ha voluto coinvolgere tutti i cinque continenti del globo per ricordarci quanto siano sottili i confini che ci separano.

Il sindaco di Castelnuovo, Riccardo Travaglini, ha ribadito durante la conferenza stampa il suo interesse nel voler dirottare la sua politica verso un “sistema” pronto ad aiutare popolazioni con maggiori difficoltà, cercando di comprendere le cause che portano molte persone a fuggire dal loro paese di origine.

Numerosissime le Associazioni e le Cooperative partecipanti all’evento: CISP, LINK 2007, Civico Zero, Porto d’Arte, ProLoco, Amnesty International, solo per citarne alcune.

Tutti con un obiettivo comune usando, per la maggior parte, ogni sfaccettatura dell’arte come mezzo di comunicazione. Dallo spettacolo teatrale alla mostra fotografica, dall’installazione al progetto interattivo. Dedicando, inoltre, uno spazio  enorme alla ricerca introspettiva dell’individuo.

Castelnuovo di Porto

Il viaggio:

Un vero e proprio itinerario nel centro storico di questo piccolo comune di Roma per poter visitare concettualmente tutti i cinque continenti del globo. “DA DOVE VENIAMO?” il quesito con cui si apre una delle installazioni, cui seguiranno anche documentari e dibattiti. Il cammino che l’uomo e tutta l’umanità ha affrontato è stata parte integrante di questo tour.

La trasposizione artistica:

L’arte come mezzo di comunicazione. L’arte per raccontare e raccontarsi, per trasmettere sensazioni, elaborare e comunicare esperienze significative per sensibilizzare, per accorciare le distanze che separano l’io dal noi. Un vero e proprio scambio, verbale e non solo, dedito a sconfiggere pregiudizi.

Sostenibilità:

Non solo rispettare sé stessi e gli altri, ma anche l’ambiente circostante.

Il riscaldamento globale è un problema che attanaglia il pianeta Terra e le conseguenze che siamo costretti ad affrontare giorno per giorno sono catastrofiche. Per questo è stato dedicato un intero spazio a questa tematica, in cui sono stati spiegati la maggior parte dei programmi legati allo studio del cambiamento climatico. L’aiuto umanitario parte anche da qui, dall’ impegno nel voler migliorare il luogo in cui viviamo.

Il logo:

Cinque continenti, incontri, conoscenza. Ecco perché una mano colorata. La stretta di mano per venirsi incontro, ogni dito è un continente. Siamo tutti una cosa sola, anche se esprimiamo i concetti usando vocaboli diversi.

L’autenticità di questa immagine è stata ideata da un giovane studente della facoltà di architettura dell’Università di Roma “La Sapienza”.

Conferenza stampa

Castelnuovo di porto ci ha regalato la possibilità di (ri)partire da Noi, dall’ Uomo, ci ricorda che la parola ‘uguaglianza’ non è solo uno dei tanti vocaboli che costruiscono il nostro vocabolario, ma è un vero e proprio concetto. È ciò che pone tutti noi di fronte ad uno specchio infinito, tanti quanti siamo a popolare questo pianeta.

Commenti