Un sakè tutto italiano sarà presentato in anteprima mondiale alla quarta edizione del Festival del giornalismo alimentare di Torino. Momento di incontro tra operatori della stampa e aziende del settore food,  l’appuntamento è in programma dal 21 al 23 febbraio. Tre giorni per comunicare il cibo, le filiere e le realtà del settore agroalimentare e degustare eccellenze enogastronomiche. 

Prodotto utilizzando riso nero vercellese, il sakè dell’azienda “Gli aironi” è il primo liquore d’Italia ottenuto con un procedimento simile a quello giapponese. Il vino di riso sarà protagonista di uno degli eventi del Festival del giornalismo alimentare, con la doppia anteprima Torino-Shanghai. Per celebrare i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci il ristorante “Esperia” propone “La tavola di Leonardo: un genio in cucina”, aperitivo e cena basati sugli appunti dell’artista fiorentino e su ricette dell’epoca. Alla serata partecipa una giornalista ed esperta di galateo. Previste anche visite guidate alle aziende alimentari piemontesi e laboratori a tema.

Quest’anno, per la prima volta, al Festival del giornalismo alimentare si premiano i professionisti della carta stampata. Il riconoscimento va ai giornalisti che hanno descritto le eccellenze enogastronomiche piemontesi o hanno scritto di salute alimentare. A rendere possibile il pubblico elogio la Regione Piemonte in collaborazione con l’Istituto zooprofilattico e la Commissione europea. 

Esperti del mondo del giornalismo, foodblogger, influencer, esponenti di Enti ed Istituzioni sono gli ospiti del Festival del giornalismo alimentare. I topic di quest’edizione dell’evento riguardano il turismo enogastronomico,  il racconto del cibo, il ruolo di guide e riviste nella creazione di tendenze culinarie.  Non mancano poi seminari e dibattiti sul problema delle microplastiche negli alimenti, la cultura vegana e la promozione del made in Italy. Essendo un evento incentrato sui media e la comunicazione, alcune conferenze vertono sull’etica del giornalismo e le responsabilità di chi fa informazione anche trattando questo tema.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here