Al Festival cusiano di musica antica le esibizioni di ensembles internazionali

L'ensemble imaginaire sul palco il 9 giugno per un concerto d'archi. All'isola di San Giulio anche i canti della cappella musicale pontificia "Sistina"

0
312
All'isola di San Giulio il Festival cusiano di musica antica (foto tratta da Wikipedia di Rollopack)

I cantori della Schola cantorum romana saranno ospiti del Festival cusiano di musica antica a Orta San Giulio. La manifestazione nata per presentare al pubblico melodie medievali e barocche interpretate da ensembles e gruppi internazionali, si aprirà il 9 giugno con un concerto per archi. Una serie di appuntamenti che permettono di apprezzare i suoni di strumenti del passato nell’ambientazione dell’isola di San Giulio.

La basilica di San Giulio accoglierà il 24 giugno i componenti della cappella musicale pontificia “Sistina”, mentre le altre esibizioni si svolgeranno a villa Tallone. Il concerto della Schola cantorum romana, “Psallite Deo sapienter”, è un viaggio di riflessione tra alcuni codici musicali domenicani da cui sono tratti canti ancora intonati durante le liturgie solenni. Melodie che si riferiscono a contesti culturali diversi saranno presentati durante gli appuntamenti del Festival cusiano di musica antica.

Canti da lavoro e d’amore intonati sulla laguna veneta e poi ripresi da compositori come Mozart e Hasse saranno proposti durante la serata dedicata alle Canzoni da battello veneziane (16 giugno). Il Rinascimento e la sua tradizione canora, origine di componimenti poetici come il madrigale barocco, rivivranno invece al concerto sulle frottole intavolate (10 giugno). Un appuntamento del Festival cusiano di musica antica sarà dedicato al poema epico dell’Ariosto e altre serate avranno per tema l’amore lontano e le melodie romantiche. Anche uno scienziato come Galileo Galilei si dedicò alla musica e allo studio del liuto: i suoi componimenti chiuderanno quest’edizione della rassegna cusiana.

Rientrano nel programma dell’evento anche gli “Intermezzi di mezzodì” dedicati all’arpa, alle suites francesi e al genio di Johann Sebastian Bach. Il 25 giugno le melodie d’amore riecheggeranno tra le mura di Villa Tallone. In programma un’esibizione di pianoforte e voci.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here