Ferrari 488 GT Modificata: l’essenza della velocità

La Ferrari ha presentato la nuova 488 GT Modificata: una vettura che fa dell'alta velocità e dello sviluppo tecnologico i suoi punti di forza.

0
191
Ferrari ha presentato la nuova 488 GT Modificata.

Un concentrato di velocità, potenza e tecnologia. Si presenta così, in sintesi, la nuova Ferrari 488 GT Modificata, realizzata in edizione limitata e destinata esclusivamente alla pista durante i track days e le gare del Ferrari Club Competizioni GT. La supercar nasce dallo sviluppo di alcune peculiarità della 488 GT3 che partecipa al campionato del mondo endurance GTE e ai vari tornei per auto GT, e grazie all’unione di queste componenti si preannuncia come autentica “regina di velocità”, sfruttando al meglio tutto il proprio potenziale.

La supercar di Maranello è stata chiamata Modificata perché – come da abitudine in casa Ferrari – indica un modello che rappresenta un’evoluzione di quelli precedenti per ottenere il massimo delle prestazioni. Per quanto riguarda il motore, infatti, l’ultima 488 GT si basa su una sere di tecnologie avveniristiche che vanno oltre i limiti stabiliti dal Balance of Performance diramato dalla FIA.

Ferrari 488 GT Modificata caratteristiche
Ferrari 488 GT Modificata: regina di velocità.

Il propulsore della Ferrari 488 GT Modificata è un V8 biturbo nato da un progetto esclusivo e da approfondite ricerche che hanno consentito di realizzare un disegno ben definito per alcune componenti e di condividere dei materiali già usati durante le gare. Tutto ciò, unito a mappature più estreme, consente alla vettura di sprigionare fino a 700 cavalli. Il cambio e la frizione sono in fibra di carbonio, una soluzione che dà la possibilità di gestire al meglio le punte massime che possono raggiungere potenza e coppia rilasciate dal motore.

Ferrari 488 GT Modificata: carrozzeria in fibra di carbonio

La Ferrari 488 GT Modificata propone delle novità anche nell’aerodinamica, con un carico maggiore all’anteriore che però non va ad appesantire eccessivamente la resistenza complessiva, garantendo anzi un rendimento notevole ed una spiccata sensibilità quando si opta per delle variazioni di incidenza dell’ala posteriore. Anche la carrozzeria è un gioiello di tecnologia, infatti è stata realizzata interamente in fibra di carbonio, eccezion fatta per il tetto e le parti in alluminio.

Gli ingegneri dell’azienda automobilistica italiana hanno deciso di ricorrere alle sospensioni della 488 GTE, mentre il lavoro sul sistema frenante è avvenuto in collaborazione con i tecnici della Brembo. Le pinze sono a bassa coppia residua (come quelle montate sulle auto che prendono parte al mondiale di categoria), mentre l’ABS deriva dalla 488 GT3 Evo 2020.

Gli interni della Ferrari 488 GT Modificata.

La tecnologia avanzata del nuovo bolide di Maranello prevede un sistema di acquisizione V-Box che, coadiuvato da quello Bosch per raccogliere i parametri della telemetria, permette di scaricare comodamente tutti i dati su una chiavetta Usb. Inoltre non mancano la retrocamera ad alta risoluzione, il sistema Tpms che permette di controllare pressione e temperatura degli pneumatici. Ovviamente è possibile personalizzare alcune parti della vettura.

Ferrari Roma: un gioiello di classe e potenza

La nuova e veloce Ferrari 488 GT Modificata in un primo momento sarà disponibile per coloro che in questi ultimi anni hanno preso parte alle gare GT con il marchio modenese, o al Club Competizioni GT. I clienti che sono in possesso di questi requisiti nel 2021 potranno essere protagonisti di cinque manifestazioni automobilistiche che si terranno su piste particolarmente adatte alle caratteristiche della nuova macchina. I tracciati finora selezionati sono i seguenti: Virginia International Raceway, Monza, Watkins Glen, Suzuka e Nürburgring. Infine si potrà gareggiare alle Finali Mondiali.

Commenti