Ferrari 410 Sport Spider: sarà presto all’asta

0
171

È una Ferrari 410 Sport Spider, ed è stata guidata da piloti come Fangio e Shelby. Presto sarà venduta all’asta.

Come è nata la Ferrari 410 Sport Spider?

L’asta sarà organizzata da RM Sotheby’s, e avrà inizio ad agosto. I suoi ascendenti sono prestigiosi: è nata negli anni 50, per volere di Enzo Ferrari, che desiderava un’auto che potesse assicurargli la vittoria al Campionato Mondiale di Auto Sportive. Così è nata la Ferrari 410 Sport Spider.


RM Sotheby’s la Ferrari fa wow all’asta di Parigi


Guidata da Fangio, Castellotti e Shelby

Proprio per venire incontro a queste esigenze, la nuova auto venne progettata con una squadra di telaio 519/C, insieme ad un telaio tubolare. Il motore era un V12 da 5,0 litri e 400 CV, e della vettura furono prodotti solo due esemplari. In seguito il Raduno Carrera Panamericana, cui avrebbe dovuto partecipare, venne cancellato: venne quindi reimpiegata nel Campionato Mondiale di Auto Sportive l’anno successivo, nel 1956. Suoi piloti furono Juan Manuel Fangio ed Eugenio Castellotti. Effettuata la corsa di 1000 km a Buenos Aires, fu inviata ad una fabbrica Ferrari: qui venne acquistata da John Edgar. Al volante arrivò quindi Carroll Shelby, rendendola un’auto vincente.

Ritirata e rivenduta

Dopo la parentesi con Shelby, la Ferrari 410 fu guidata da altri piloti, fino al ritiro nel 1960 e successiva vendita. Tornò a correre nel 1963, nella 3 Ore Continentale di Daytona: poiché questa gara richiedeva auto con tettuccio fisso, ne venne installato uno, ma di breve durata. Ritirata una seconda volta, l’auto rimase ferma per vent’anni. Nuovamente passata di proprietario nel 1980, Howard Cohen la restaurò e la vendette ancora. Da allora è passata di mano molte volte, e oggi è all’asta. Sul serbatoio originale rimane ancora la scritta di Shelby: “Mr. Ferrari mi ha detto che questa era la migliore auto che avesse mai costruito”. Se siete appassionati, dunque, l’appuntamento è da Sotheby’s ad agosto.