Ferrara: fascino immortale di una citta di provincia

0
374
ferrara

Ferrara è una delle città a cui pensi quando all’estero ti dicono che le città italiane sono affascinanti e ricche di storia. Questo perché Ferrara la storia l’ha fatta. La città emiliana fu centro nevralgico del rinascimento italiano, capitale europea dell’arte, della cultura, della politica e della cucina. Sotto il dominio degli Estensi la città rifiorì passando da centro rurale a centro dai mille tesori architettonici, che oggi sono patrimonio dell’umanità UNESCO.

Ferrara e le biciclette

Ferrara è riconosciuta in Europa anche come città italiana delle biciclette.Difatti sono presenti vari cartelli che riportano la scritta “Ferrara città delle biciclette”, con l’adesione alla rete europea di “cities for cyclists”. L’89,5% dei 135.000 ferraresi usa la bicicletta per spostarsi in città, la quale è concepita anche come pista ciclabile.


Emilia Romagna fuori porta: quali sono i luoghi ideali da vedere?


Ma non sono magnifici i monumenti di questa città?

Non poteva l’Unesco non riconoscere i tesori architettonici della città degli Estensi e non donarli all’umanità. Il Castello Estense del trecento si erge imponente nel centro storico della città, simbolo della storia che ha rappresentato e custodito. La costruzione nacque come fortezza inespugnabile fu poi adattata a palazzo di corte, dove passarono tanti illustri personaggi. La Cattedrale di San Giorgio Martire, del XII secolo di stile romanico-gotico che con i secoli ha acquisito altri stili ed oggi è una fusione perfetta nonostante il sincretismo delle forme. La medievale Piazza delle Erbe, oggi chiamata piazza Trento e Trieste che è sempre stata testimone della storia della città. Palazzo dei Diamanti, sede di mostre ed esposizioni artistiche, è un gioiello dell’architettura con le sue 8000 bugne a forma di diamante in marmo bianco e rosa.

A Ferrara l’arte è anche a tavola

Visitando questa città, verrà voglia di mangiare sentendo i profumi che vengono fuori dalle osterie del centro. I prodotti principi della cucina qui sono i cappellacci di zucca, il pasticcio di maccheroni, la salama da sugo. Tra i dolci non si può non rendere omaggio alla torta di tagliatelle con mandorle e miele, dall’antica ricetta rinascimentale e alla tenerina al cioccolato. Gli appassionati del buon bere, nella città emiliana potranno approfittare per fare un salto all’antica enoteca “Al brindisi” risalente al 1435 e per questo considerata la più antica al mondo.

Guarda il video di Ferrara

Cosa aspetti? Questa è una città da scoprire

Descrivendo una città si deve tralasciare sempre qualcosa, perché il viandante deve scoprire con i propri sensi la magia di un luogo. A volte le parole non possono bastare per descrivere sensazioni e emozioni che l’animo umano può provare solo davanti alla vista della storia che gli scorre davanti in una città come questa, con i suoi palazzi, le piazze, le biciclette, i parchi. Insomma, il cuore dell’Italia si deve scoprire con i propri occhi.

Commenti