Femminicidio nel bresciano: strangola la moglie e si toglie la vita impiccandosi

0
412
Femminicidio nel bresciano

Femminicidio nel bresciano: strangola la moglie e si toglie la vita impiccandosi ma prima pare abbia lasciato una lettera dove spiega il motivo.

Femminicidio nel bresciano: I corpi di un uomo e di sua moglie sono stati ritrovati senza vita all’interno della loro abitazione di Cazzago San Martino, in provincia di Brescia. Secondo le prime verifiche, il 56enne avrebbe strangolato la donna, una 55enne, per poi togliersi la vita impiccandosi. Gli inquirenti hanno ritrovato una lettera in cui vengono esposte le ragioni del gesto.

La coppia, di origine albanese, lascia tre figli che al momento sono tutti in vacanza. Sono stati proprio loro a dare l’allarme perché non riuscivano a mettersi in contatto con i genitori: nessuno rispondeva alle loro telefonate quindi hanno chiesto l’intervento dei Vigili del fuoco e dei carabinieri. 

Femminicidio a Vigevano: uccide la compagna e si costituisce dopo 24 ore

Femminicidio nel grossetano: uccide la compagna e si costituisce

Femminicidio a Somma Vesuviana: marito confessa l’ho uccisa per gelosia

Un uomo di  56 anni e sua moglie di 57 sono stati trovati senza vita nella loro abitazione a Cazzago San Martino (Brescia). Secondo le prime ricostruzioni si tratterebbe di un omicidio-suicidio: il marito avrebbe strangolato la donna e si sarebbe poi suicidato, impiccandosi. La coppia aveva tre figli. 

Femminicidio: al ritmo di più di una al giorno, le donne vengono uccise dai loro compagni. Da ieri, dopo Vigevano e Grosseto, è la volta ora di Brescia: un uomo di 56 anni e una donna di 57, entrambi di origini straniere, sposati, sono stati trovati senza vita nella loro abitazione a Cazzago San Martino. Secondo una prima ricostruzione, si tratterebbe di un omicidio-suicidio.