Femminicidio a Somma Vesuviana: marito confessa l’ho uccisa per gelosia

0
247
femminicidio ,

Uccisa a coltellate a Somma Vesuviana, confessa il marito: “Ero geloso” ecco il movente del femminicidio di ieri

Francesco Nunziata, 70 anni, si è spontaneamente presentato dai carabinieri e ha confessato il femminicidio della moglie, Vincenza Tortora, 63 anni, uccisa a coltellate ieri mattina nel parcheggio di un supermercato di Somma Vesuviana, nella provincia di Napoli. Un altro uomo, intervenuto per difendere la 63enne, è invece rimasto ferito.

Era geloso, credeva che la moglie avesse una relazione extraconiugale, e così l’ha uccisa a coltellate: ha confessato il 70enne Francesco Nunziata, marito di Vincenza Tortora, donna di 63 anni di Saviano, che ieri mattina è stata uccisa nel parcheggio del supermercato Etè in via Marigliano a Somma Vesuviana, nella provincia di Napoli. Il marito della 63enne, originario di San Gennarello di Ottaviano, si è presentato nella tarda mattina alla stazione dei carabinieri di Ottaviano e ha confessato il femminicidio. L’uomo è stato interrogato dal pm della Procura di Nola, è accusato di omicidio, tentato omicidio e porto abusivo di arma.

Città di Napoli: XII Edizione Premio Ammaturo Legalità

Aggredisce l’ex moglie per denaro: arrestato a Napoli

Lite sul lungomare di Napoli: tre giovani feriti con un coltello

Accecato dalla gelosia, nel parcheggio del supermercato, ha affrontato la moglie, che secondo lui intratteneva una relazione extraconiugale: i due hanno avuto una lite accesa, al culmine della quale l’uomo ha ucciso la 63enne; nella colluttazione è rimasto ferito anche un fornitore del supermercato, un uomo di 46 anni, intervenuto per difendere la donna; l’uomo è ricoverato all’ospedale di Nola, in un primo momento le ferite non erano apparse gravi ma sono invece preoccupanti.

Non è ancora chiaro il tipo di arma che l’uomo ha utilizzato per compiere l’omicidio. Alle 9.30 di questa mattina, nel parcheggio del supermercato di Somma Vesuviana, è stato rinvenuto il cadavere di Vincenza Tortora: presentava ferite compatibili con un’arma da taglio.

I sanitari del 118 che sono intervenuti sul posto non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della 63enne, originaria di Saviano ma residente, insieme al marito, a San Gennarello di Ottaviano; i soccorritori hanno riscontrato anche il ferimento del 46enne, che come hanno appurato poi le indagini, intervenuto nel tentativo di difendere la 63enne dalla furia del marito. Sul posto, per i rilievi, i carabinieri di Castello di Cisterna, mentre come detto l’uomo si è presentato in caserma ad Ottaviano per costituirsi.