FBI: lo spionaggio cinese rappresenta una minaccia senza precedenti

0
224
FBI: lo spionaggio cinese rappresenta una minaccia senza precedenti

Il direttore dell’FBI Christopher Wray ha affermato che lo spionaggio cinese rappresenta una minaccia senza precedenti nella storia. Secondo Wray, il programma di hacking cinese è il più ampio di quello di tutte le altre nazioni insieme. Il direttore dell’FBI ha anche parlato dell’aumento degli omicidi degli agenti di polizia.

FBI: lo spionaggio cinese rappresenta una grande minaccia?

L’FBI ha lanciato l’allarme sullo spionaggio cinese. Il direttore del Bureau Christopher Wray ha affermato che l’attuale portata dello spionaggio e delle minacce alla sicurezza informatica provenienti dalla Cina sono “senza precedenti nella storia”. “La più grande minaccia che affrontiamo come paese dal punto di vista del controspionaggio proviene dalla Cina e in particolare dal Partito comunista cinese. Stanno prendendo di mira la nostra innovazione, i nostri segreti commerciali, la nostra proprietà intellettuale, su una scala che non ha precedenti nella storia”, ha detto Wray durante un’intervista a 60 Minutes. Wray ha poi osservato che il programma di hacking cinese è il più ampio di quello di tutte le altre nazioni insieme. “Hanno rubato più dati personali e aziendali degli americani di ogni nazione messa insieme“, ha detto il direttore dell’FBI.  

Wray ha poi parlato delle minacce russe, inclusi i “cyber mercenari” contro cui la sua agenzia federale si sta difendendo. Il direttore dell’FBI ha affermato che la prospettiva che gli attacchi informatici russi diventino più distruttivi e più gravi è qualcosa che l’FBI sta osservando attentamente. Wray ha anche detto che “i russi si impegnano in disinformazione molto attiva e utilizzano la guerra dell’informazione come parte fondamentale del loro arsenale”.   

Wray parla dell’aumento degli omicidi degli agenti di polizia

Durante l’intervista Wray ha anche parlato dell’aumento degli omicidi degli agenti di polizia, che secondo i dati è aumentato del 59%. “La violenza contro le forze dell’ordine in questo paese è uno dei più grandi fenomeni che penso non riceva abbastanza attenzione”, ha detto Wray. Il direttore dell’FBI ha anche attribuito la violenza contro le forze dell’ordine, almeno in parte, a un aumento generale dei crimini violenti, incluso un aumento del 29% degli omicidi in tutto il paese nel 2020. 


Leggi anche: Direttore FBI: 6 gennaio è stato terrorismo interno