Salve amici e benvenuti.

Come tutti sapete siamo immersi nell’era della disinformazione, quando invece per gli avanzamenti tecnologici e morali dovrebbe essere al contrario, dovremmo essere pienamente informati.

In realtà non è mai stato così, vale a dire che le élites, che sono quelli che controllano i mezzi di comunicazione, i mass media, sempre raccontano le cose a loro modo, alla loro maniera. Ci danno la loro versione della realtà che è completamente deformata, in modo che vediamo non la realtà, ma una versione distorta, manipolata e truccata per convertirci in un gregge di pecore senza senso critico, senza interrogarci su niente.

Ci mettiamo davanti al televisore e ingoiamo tutto quello che ci dicono, invece di utilizzare la nostra testa cercando, contrastando e investigando. Questo non interessa all’elite, quello che vuole è il pensiero dell’alveare, solo obbedienza e pensiero unico.

Da molti anni abbiamo avuto la crescita di internet e sono aumentate le cosiddette fake news, le notizie false che si riversano da ogni lato la cui funzione è quella di espandere il caos, la confusione e l’inganno creando contrasti sociali, discussioni, confronti e pettegolezzi. Quindi emergono alcune autorità ufficiali negando queste notizie, dicono: “Questo è falso, non sta succedendo nulla”. Il problema è che questa delle fake news è un’arma a doppio taglio e non comprendiamo che l’elite, che conferisce quest’aura di ufficialità, che decreta cosa è certo o falso, è proprio dietro alle notizie false.

Vale a dire, tutto è molto complicato e tutto è fatto in modo che arrivi un momento in cui nessuno può essere sicuro di niente. E’ una tattica psicologica in cui non dovete cadere, amici, non abboccate all’esca. E’ una tattica molto efficace per i circoli della società più deboli mentalmente. Ingoiano tutto quello che dicono, perché? Immaginate, è logico, ogni giorno scopri qualcosa di nuovo, una notizia, ma in poche ore ti dicono che un fake, un falso. Naturalmente arriva un momento in cui la tua capacità di interesse, analisi e curiosità sarà minata. Questo fa in modo di creare delusione, apatia, disinteresse e scetticismo.

Non illudetevi che lasciando passare qualche tempo, arriviate a scoprire la verità senza sforzo. Voi immaginerete esattamente quello che l’ elite vuole e cioè seminare confusione assoluta! Farò un esempio molto forte. Vi ricordate dell’attore Macaulay Culkin, il bambino di “Mamma ho perso l’aereo”? Ora potrebbe avere circa 37 anni. E’ stato oggetto di molte false notizie e abbastanza gravi. Alcune sono passate alla gente qualche anno fa in internet.

Apparvero titoli in cui Culkin dichiarava di essere stato violentato da Michael Jackson, qualcosa di totalmente falso. Culkin venne fuori con molte interviste difendendo il cantante, dicendo che Jackson non lo aveva mai sfiorato e che il suo comportamento era stato esemplare, inoltre dovette rilasciare varie interviste per negare queste fakes. Qualcuno era interessato ad affondare l’immagine di Michael Jackson, anche da morto.

E’ una vergogna e lo fecero attraverso Culkin, però anni dopo Culkin tornò ad essere bersaglio di un’altra fake con una notizia che iniziò a inondare le reti sociali. Un titolo diceva: “Culkin sa che i dirigenti di Hollywood calzano scarpe di pelle umana”. Vi ricordate? Molti di voi avranno visto questo titolo. Ci fu un bombardamento nella rete con delle notizie molte ben preparate. Molte dicevano che Culkin quando aveva 11 era stato avvicinato da un dirigente di Hollywood che lo portò in una stanza dove cominciò a toccarlo dicendo: “Siccome sei il bambino più famoso di tutti i tempi, voglio essere il tuo tutore”. Il tipo continuò a pressarlo e spingere e disse: “Guarda, noi a Hollywood facciamo due cose ai bambini. Alcuni noi li portiamo alla fama e guadagniamo denaro con loro, altri invece li mangiamo, facciamo sacrifici rituali e vedi queste scarpe di pelle che calzo? Questa è pelle umana, appartiene alla pelle dell’attrice Heather Michele O’Rourke, la bambina rossa di Poltergeist, già morta”. Poi Culkin dice che vomitò su quelle scarpe.

Tutto questo era stato scritto bene, con un’aura di plausibilità, sembrava vero, però non era così. Effettivamente era una delle tante fake news. La storia diceva che Culkin aveva dichiarato tutto questo ad una radio in Francia. Quando però si cominciò a cercare le fonti, si scoprì che non ce n’erano, nessuna emittente francese aveva mai trasmesso quello che aveva detto, nè che Culkin aveva mai rilasciato interviste con queste barbarità. Cosa avevano ottenuto con questo? A parte di aumentare il numero di visite nelle piattaforme di diffusione, quello che si era ottenuto fu di screditare Macaulay Culkin in modo che, se un giorno decidesse di dire delle verità, di dichiarare qualcosa di delicato del proprio passato a Hollywood, non avrebbe credibilità. Capite quanto è contorta tutto questa tattica di seminare menzogna intorno ad una persona?

Se un giorno decidesse di cantare la verità, non sarebbe creduto. Amici, proprio l’elite è dietro questo.

Ora racconterò qualcosa che non è una fake.

L’attore Corey Feldman, che fu uno dei bambini del film I Goonies, ha denunciato molte volte la grande rete di pedofili che c’è a Hollywood, quindi ha dichiarato che, e questa è vox popoli negli Stati Uniti, il suo migliore amico Cory Jane si suicidò anni fa a causa dei suoi problemi con la droga, problemi che gli erano stati causati dal trauma di essere stato violentato da bambino all’età di 12 anni. Fu violentato da un famoso attore di Hollywood. Corey Feldman rivelò il nome, ma qui non lo scriveremo per precauzione, se cercate un poco lo troverete, è molto conosciuto negli Stati Uniti. In questo caso Corey Feldman, che dice di essere stato minacciato più volte, che credibilità avrà a lungo termine con tante fake news? La elite spiana il terreno per seminare confusione, se un giorno qualcuno decidesse di cantare, sarebbe screditato in partenza col rilascio di tutto questo fumo, un sacco di nebbia nell’ intorno, fumo che naturalmente coprirebbe questa verità.

Dirò di come si ottiene di generare un sacco di fumo e confusione in giro, nel vero senso della parola. Il dott. Dietrich Klinghardt in una conferenza pubblicata su YouTube espone le devastanti conseguenze delle chem trails.

Afferma di avere preso campioni al passaggio di aerei nella Foresta Nera, dove si trovava a sciare. L’analisi ha rivelato che c’era più alluminio che neve e che superava un livello di contaminazione 4.000 volte oltre al limite stabilito per la vita umana. In questo video dice che il fenomeno è globale, stanno fumigando i nostri cieli con livello di alluminio e altri componenti tossici per la salute umana ad un livello allarmante.

Di questo non si parla più in televisione. Dice anche che è in Norvegia fece misure nel terreno e nell’erba dei prati, un’erba assolutamente contaminata delle scie chimiche. Aggiunge che in Norvegia le mucche non mangiano. Hanno chilometri di prati d’erba ma gli animali muoiono di fame. Gli animali non brucano l’erba perché sanno che è contaminata. Dice che gli allevatori norvegesi devono importare erba da altri posti affinchè le mucche si nutrano.

Fake news – l’articolo in video

  • Fino a questo punto ci hanno portato, amici! I nostri figli, come noi, saranno il bersaglio di malattie neurologiche di tutti i tipi, dovute a questo livello di alluminio, Alzheimer, cancro, demenza, infiammazione dei vasi sanguigni, cancro ai polmoni! Vi raccomando di cercare quel video, perchè prendiate coscienza della grave dituazione delle chem trails, ricordate: Dietrich Klinghardt.

Riguardo alle chem trails esistono fotografie dei serbatoi che portano gli aerei per le fumigazioni e delle imprese che lo fanno, si sa tutto! Quando mai però vedete in televisione le notizie che parlano di tutto questo? Quando? In televisione questo tema viene ignorato e si continua a parlare con i sorrisini degli speakers sostenendo che le scie chimiche sono frutto della condensazione, quando invece si sa che la condensa impiega 30 secondi per dissiparsi, mentre invece le scie rimangono per ore nell’atmosfera. Sapete cosa dicono? “Aaa, questi cospiranoici!”, tutti la stessa cosa. Minano le informazioni mentre parlano delle realtà gravi che ci riguardano davvero, screditando attraverso le immagini e i gesti a tutti i livelli per arrivare a seminare un caos, una confusione tale che nessuno potrà prestare attenzione, nè credere, né prendere in considerazione nulla. Questo è il vero fine di tutto questo, delle fake news: generare un fumo, una nebbia intorno alla verità e ai temi che realmente ci colpiscono, temi veramente gravi a cui dovremmo prestare attenzione. Amici, quando vedete i titoli dovete indagare sempre, soprattutto sull’argomento delle dichiarazioni, cercare le fonti, se veramente una dichiarazione è stata o non è stata fatta, perché siamo in mano di un gruppo di psicopatici che sanno molto bene come manipolare le nostre percezioni.

E’ difficile arrivare a capire, scegliere fra il grano e la paglia, fra il vero e il falso, le decisioni sono nelle nostre mani. Non permettiamo che ci servano la verità su un piatto d’argento, la verità è sempre nascosta. Fermiamo qui il tema, spero che l’articolo vi sia piaciuto e, per favore, condividete per sostenere il giornale.

Grazie e arrivederci al prossimo.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here