Facebook: startup per controllare computer con la mente

0
358
Facebook: startup per controllare computer con la mente

Facebook sempre più futuristico. La compagnia ha deciso di comprare una startup che potrebbe controllare il computer con la mente.

Controllare il computer con la mente

Facebook ha accettato di acquisire CTRL-Labs, una startup tecnologica che sta sviluppando software per consentire alle persone di controllare un avatar digitale usando solo i loro pensieri. Il più grande social network del mondo sta pagando tra 500 milioni e 1 miliardo di dollari, secondo le persone che hanno familiarità con l’accordo.

Come funziona?

La startup ha quattro anni e dozzine di dipendenti. Utilizza un braccialetto per misurare l’attività dei neuroni nel braccio di un soggetto per determinare il movimento a cui la persona sta pensando, anche se non sono fisicamente in movimento. L’attività di questo neurone viene quindi tradotta in movimento su uno schermo digitale. Facebook ha rifiutato di commentare il prezzo dell’acquisizione. Una tecnologia come CTRL-Labs potrebbe un giorno essere una parte cruciale di prodotti come gli occhiali per realtà aumentata. “Le tue mani potrebbero essere in tasca, dietro di te” ha spiegato Thomas Reardon, amministratore delegato di CTRL-Labs. “È l’intenzione di muoversi, non il movimento a controllare l’avatar”.

La realtà virtuale

Facebook ha approfondito la tecnologia della realtà aumentata. Nel 2017 ha annunciato un’interfaccia “cervello-computer” che un giorno potrebbe consentire alle persone di trasformare i loro pensieri in testo reale su uno schermo monitorando i segnali nel cervello.

La tecnologia CTRL-Labs sta tentando di risolvere un problema simile. “Il braccialetto decodificherà quei segnali neurali e li tradurrà in un segnale digitale che il tuo dispositivo è in grado di comprendere” ha scritto Andrew Bosworth. “Cattura la tua intenzione in modo da poter condividere una foto con un amico usando un movimento impercettibile o semplicemente, beh, intendendo farlo.”

Le difficoltà nell’acquisizione

L’acquisto arriva in un momento difficile per Facebook, che è sotto due distinte indagini antitrust statunitensi. Le indagini indicano che qualsiasi acquisizione effettuata dall’azienda sarà sottoposta a un attento controllo da parte delle autorità di regolamentazione.

“CTRL-Labs e Facebook non sono concorrenti. Facebook al momento non ha né produce questa tecnologia” ha detto un portavoce di Facebook dell’accordo annunciato lunedì, aggiungendo che la società lavorerà con i regolatori per garantire le necessarie autorizzazioni. “La tecnologia di CTRL-Lab è un input innovativo che Facebook spera sarà utilizzato per migliorare in modo significativo le prossime esperienze AR / VR di Facebook tra qualche anno per migliorare sostanzialmente l’esperienza dell’utente.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here