Fabio Barile e Domingo Milella nel catalogo Malaspina

Apertura straordinaria, visita guidata e presentazione del catalogo. Una serata dedicata alla mostra che mette in dialogo fotografia e patrimonio archeologico

0
228
Fabio Barile
Le forme del tempo Terme Diocleziano, installation view foto, Eleonora Cerri Pecorella

Apertura straordinaria della mostra Le forme del tempo per la presentazione del catalogo. Mercoledì 27 luglio dalle 18 alle 21 al Museo nazionale Romano alle Terme di Diocleziano gli artisti Fabio Barile e Domingo Milella parleranno di opere e esposizione. Partecipano il direttore del centro culturale e il curatore.


Terme di Diocleziano: dialogo tra archeologia e fotografia


Che tipo di lavoro hanno realizzato Fabio Barile e Domingo Milella?

Fino al 31 luglio, nelle aule delle Terme di Diocleziano a Roma, Le forme del tempo mette in dialogo Archeologia del paesaggio e Archeologia del linguaggio. Porta a riflettere sulla fotografia e sull’atto stesso del guardare. L’esposizione è accompagnata da una prima pubblicazione edita da Fondazione Malaspina con un testo del direttore del Museo nazionale Romano, Stéphane Verger. La mostra si arricchisce di un secondo volume presentata al pubblico in occasione di una serata di apertura straordinaria della mostra.

La nuova pubblicazione della mostra

Interverranno all’appuntamento Stéphane Verger, il Curatore Alessandro Dandini de Sylva, gli artisti Fabio Barile e Domingo Milella. Parteciperà anche il Presidente della Fondazione Malaspina Carlo Luigi Fontana Giusti. Il catalogo contiene, accanto ai testi, un racconto visivo della mostra realizzato con le vedute delle opere nelle aule delle Terme di Diocleziano. Le fotografie sono scattate da Eleonora Cerri Pecorella. Il volume, strutturato come la prima pubblicazione di Filippo Nostri in collaborazione con Diego Massaro, restituisce l’immaginario del progetto. Presenta le opere dei fotografi nello spazio archeologico e in relazione ai reperti esposti. Le Terme di Diocleziano rimarranno eccezionalmente aperte fino alle 21 e il direttore, il responsabile del progetto e gli artisti accompagneranno il pubblico in una visita speciale alla mostra. Quindi un’occasione per apprezzare il lavoro degli artisti e la location, avvicinandosi agli autori degli scatti e al team che ha lavorato all’allestimento del percorso.

Immagine da cartella stampa.