Exit strategy: coronavirus fuggito dal laboratorio

0
972
Exit strategy: coronavirus

  

Secondo quanto riportato da Tgcom24, gli USA e la Cina avrebbero concordato un accordo sulla exit strategy. Pechino dovrebbe ammettere che il virus SARS CoV-2 è fuggito dal laboratorio di Wuhan, ma che avrebbe saputo della “fuga” solo di recente. Nell’accordo Pechino afferma che saranno perseguiti gli scienziati che hanno nascosto la verità. Sarà tutto vero o si tratta della solita anticipazione senza fondamento?

Exit strategy: Covid fuggito dal laboratorio?

Secondo quanto riportato da Tgcom24, che rivela in anteprima l’accordo tra USA e Cina sulla exit strategy, Pechino dovrebbe affermare che il virus SARS-CoV-2 sarebbe sfuggito accidentalmente dal laboratorio di Wuhan dove è stato studiato. Nell’accordo gli USA accetterebbero le dichiarazioni cinesi. Secondo tali dichiarazioni Pechino avrebbe saputo della “fuga” del virus solo di recente e dopo oltre un anno di indagini. Inoltre il governo cinese afferma che verranno perseguiti gli scienziati e i ricercatori che hanno tenuto nascosta la verità impedendo alla Cina di informare tempestivamente gli USA e il mondo della grave minaccia.

L’accordo tra USA e Cina sarebbe vicino

Secondo Tgcom24, l’accordo tra i due Paesi sarebbe vicino. Inoltre Tgcom24 afferma che gli USA sono pronti ad aiutare Pechino a svolgere un’indagine sul coinvolgimento attivo di alcuni scienziati e ricercatori statunitensi negli studi sul virus nel laboratorio di Wuhan. L’exit strategy dalla pandemia mondiale, secondo fonti di intelligence italiane, sarebbe stata concordata da Washington e Pechino alla luce dei risultati della nuova indagine sulle origini del coronavirus che il presidente americano Joe Biden ha ordinato ai servizi segreti americani a fine maggio concedendo non più di 90 giorni per la presentazione del report.  Sarà vero questo accordo? Pechino incolperà e sacrificherà, come da “bravo” Paese comunista, degli scienziati?


Nuova indagine dell’Oms sulle origini del Covid-19?