Ex presidenti americani assumono la leadership lasciata da Trump

Mentre il presidente Trump ignora l’aggravarsi della pandemia, Obama, Bush e Clinton assumono il ruolo di leadership

0
269
Ex presidenti americani

Mentre il presidente Trump ignora il tragico inverno che gli USA dovranno passare a causa della pandemia perché ossessionato solo dalle sue false affermazioni sulle elezioni rubate, gli ex presidenti americani Obama, Bush e Clinton hanno assunto la leadership. Si sono offerti volontari di farsi vaccinare davanti alle telecamere per incentivare fiducia alle persone della sicurezza del vaccino. Questa si chiama leadership presidenziale, cosa che Trump non conosce.

Ex presidenti americani assumono la leadership, e Trump?

Il presidente Trump è solo ossessionato dalle elezioni presidenziali, il suo unico obbiettivo è quello di far credere al mondo intero che ha perso perché le elezioni gli sono state rubate. Intanto in America si preannuncia un inverno tragico. La pandemia di coronavirus sta dilagando in tutto il Paese ancora una volta. I tre suoi predecessori, Obama, Bush e Clinton hanno deciso di assumere la leadership lasciata da Trump. Hanno deciso di sensibilizzare la popolazione sulla pericolosità del virus e si sono offerti volontari per farsi vaccinare davanti alle telecamere per costruire la fiducia nei vaccini. Tale mossa farà sicuramente infuriare Trump, che afferma che lo sviluppo del vaccino anti-covid è solo merito suo.

I funzionari sanitari lanciano appello per fermare la diffusione del virus

La notizia arriva mentre i funzionari della sanità hanno lanciato avvertimenti spaventosi. Il bilancio giornaliero di decessi ha raggiunto un record di oltre 2700 unità e i pazienti ricoverati in ospedale sono oltre 100 mila.  Il direttore del CDC, Robert Redfield ha affermato: “La realtà è che dicembre e gennaio e febbraio saranno tempi difficili. In realtà credo che saranno i più difficili nella storia della salute pubblica di questa nazione. Il bilancio dei decessi potrebbe raggiungere 450 mila unità entro l’inizio del prossimo anno”.

Il dottor Jonathan Reiner, un rinomato cardiologo e professore alla George Washington University, ha detto che l’incombente carneficina potrebbe essere mitigata con il tipo di semplici misure che il Presidente ha spesso condannato. Ha detto: “A questo punto, la prossima settimana, parleremo di 3000 morti al giorno. Sarà l’11 settembre ogni singolo giorno. Dobbiamo indossare mascherine. Dobbiamo seguire il distanziamento sociale. In alcune aree, avremo bisogno di chiudere certe attività, come bar e ristoranti. Non possiamo continuare a fare quello che stiamo facendo ora. Questa è follia”.

Tali avvertimenti tuttavia avrebbero molta più risonanza se provenissero dalla bocca dell’uomo più potente del Paese, che ha appena dimostrato la sua notevole influenza sui suoi sostenitori accumulando più di 70 milioni di voti alle elezioni. Ma un tale messaggio – che rispecchierebbe gli appelli degli esperti sanitari e di altri leader stranieri – richiederebbe al Presidente di ammettere che la sua politica coerente di minimizzare la pandemia, deridere l’uso di mascherine e allontanamento sociale, e dichiarare la crisi finita è stata fuorviante ed è costata vite.

I tre ex Presidenti assumono il comando

I tre ex presidenti hanno così deciso di assumere il comando. Sperano che una campagna di sensibilizzazione per promuovere la fiducia nella sicurezza e nell’efficacia del vaccino sarà un fattore importante per convincere gli americani a fidarsi di esso.

Freddy Ford, capo dello staff di Bush, ha detto che il 43 ° presidente aveva contattato il dottor Anthony Fauci e la dottoressa Deborah Birx per vedere come potrebbe aiutare a promuovere il vaccino. Ford ha dichiarato: “Qualche settimana fa il presidente Bush mi ha chiesto di far sapere al dottor Fauci e al dottor Birx che, quando sarà il momento giusto, vuole fare il possibile per incoraggiare i suoi concittadini a farsi vaccinare. In primo luogo, i vaccini devono essere considerati sicuri e somministrati alle popolazioni prioritarie. Quindi, il presidente Bush si metterà in fila per il suo, e lo farà volentieri davanti alla telecamera”.

L’addetto stampa di Clinton ha detto che anche lui sarebbe disposto a prendere il vaccino in un ambiente pubblico per promuoverlo. Angel Urena ha asserito: “Il presidente Clinton prenderà sicuramente un vaccino non appena disponibile, sulla base delle priorità stabilite dai funzionari della sanità pubblica. E lo farà in un contesto pubblico se aiuterà a sollecitare tutti gli americani a fare lo stesso”. Obama, in un’intervista con SiriusXM, ha affermato che se Fauci dichiara che un vaccino contro il coronavirus è sicuro, gli crede. Ha detto: “Potrei vaccinarmi davanti alla TV, per dire alla gente che mi fido della scienza”. Anche il governatore di New York, Andrew Cuomo, si unisce al coro degli ex Presidenti e afferma: “Sarò la prima persona ad alzarmi e vaccinarmi per creare fiducia nella sua efficacia e sicurezza”.

Gli ex Presidenti americani hanno sempre collaborato

La loro mossa ricorda le precedenti occasioni in cui ex Presidenti si erano uniti in tempi di crisi interna o internazionale. Come quando Clinton e il defunto ex presidente George H.W. Bush hanno lavorato insieme dopo il disastro dello tsunami nel sud-est asiatico nel 2004. Nel 2017, Clinton, Bush e l’ex presidente Jimmy Carter hanno lanciato un appello congiunto per le donazioni di soccorso in caso di uragano.


Leggi anche: Il ricordo a John Lewis di Bush, Clinton e Obama

Commenti