Il Carnevale di Viareggio 2019 ha preso il via il 9 Febbraio e se ne avrà fino al 5 Marzo. Una feste lunga tutto un mese , come da tradizione. Giunta alla 146esima edizione, la Città si è trasformata nella fabbrica italiana del divertimento, tra sfilate di giganti di cartapesta, feste notturne, spettacoli pirotecnici, veglioni, rassegne teatrali, appuntamenti gastronomici e grandi eventi sportivi mondiali. Un evento internazionale che ogni anno richiamata il grande pubblico ad ammirare i carri allegorici più grandi e famosi del mondo.

Ad ogni sfilata dei carri allegorici si stimano circa 200mila spettatori ammaliati dal gigantismo delle costruzioni, che hanno reso famosi nel mondo i Maestri costruttori viareggini, sempre alla ricerca delle migliori soluzioni tecniche e artistiche per stupire il grande pubblico.

Il triplice colpo di cannone è il segnale inequivocabile che a Viareggio inizia la festa. Sparato dal mare dà, ogni volta, il via alla sfilata dei carri. Come per magia i giganteschi mascheroni prendono vita tra movimenti, musica e balli. Uno spettacolo sempre nuovo, entusiasmante ed affascinante, ma allo stesso tempo una tradizione artistica e culturale che Viareggio custodisce gelosamente dal 1873. Cinque i Grandi Corsi Mascherati, concentrati in un mese unico di grandi festeggiamenti, in programma sabato 9, domenica 17, sabato 23 febbraio, domenica 3, martedì 5 marzo


Marialina Marcucci

L’intera manifestazione sarà la celebrazione della donna: ospiti dal mondo dell’arte, dello spettacolo, dell’imprenditoria e del volontariato, porteranno messaggi a favore del mondo femminile. Da sempre il Carnevale di Viareggio, grazie alla creatività dei maestri costruttori e alla sua capacità di comunicazione, si fa sostenitore, verso il pubblico e i media, di importanti tematiche. “Per questo abbiamo deciso di dedicare la prossima edizione alla celebrazione del mondo femminile – spiega la presidente della Fondazione Carnevale Marialina Marcucci -. Il Carnevale è una festa popolare la cui tradizione affonda nella celebrazione della vita che rinasce. Sancisce la fine dell’inverno ed apre le porte alla primavera, stagione in cui la terra rifiorisce e genera nuova vita, proprio come le donne, portatrici di vita”

Maschere in cartapesta.

A realizzare le gioiose macchine di cartapesta sono i Maestri costruttori viareggini. Oltre 25 ditte artigiane, con più di 250 professionisti della creatività impegnati nella creazione di veri e propri teatri viaggianti. In molti casi si tratta di figli d’arte che hanno ereditato da padri e nonni le abilità e i segreti di un mestiere unico al mondo. Alti oltre 20 metri, larghi dodici, i carri sono creati per stupire il pubblico e la selezionatissima giuria

I primi due corsi mascherati si sono tenuti il 9 e il 17 Febbraio, con i carri allegorici. Ma ci sono ancora sfilate e veglioni in programma, come quello del sabato 23 febbraio e per finire il Martedì Grasso, il 5 marzo, il Corso Mascherato notturno di Chiusura, che inizierà alle ore 17 e terminerà con la proclamazione dei verdetti delle giurie e lo spettacolo pirotecnico.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here