Eurovision Song Contest 2017: ecco i finalisti

0
466

Ecco arrivato il gran giorno. La finale degli Eurovision Song Contest 2017 si terranno stasera alle 22.00 (ore locale), che sarà trasmessa in Italia su Rai 1 dalle 20:35. Periodico Italiano Daily sarà presente direttamente dalla sala stampa dell’ESC 2017 per portarvi a conoscenza delle prima impressioni.

Intanto che l’attesa si consumi però, ecco alcune notizie della serata di stasera: questa inizerà con la “sfilata” di tutti i finalisti in ordine di uscita. Ognuno sarà accompagnato da una bellisima grafica che rappresenterà le differenti nazioni:


L’ordine in ogni caso sarà questo:

Israele – Imeri, “I feel Alive”

Polonia – Kasia Mos, “Flashlight”

Bielorussia – Naviband, “Story of my life”

Austria – Nathan Trent “Running on air”

Armenia – Artsvik, “Fly with me”

Olanda – Og3ne, “Lights and shadows”

Moldavia – Sunstroke Project, “Hey Mamma”

Ungheria – Jodi Papai, “Origo”

Italy – Francesco Gabbani, “Occidentali’s Karma”

Danimarca – Anja, “Where I Am”

Portogallo – Salvador Sobral, “Amar pelos dois”

Azerbaigian – Dihaj, “Skeleton”

Croatia – Jacques Houdek, “My friend”

Australia – Isaiah, Don’t Come Easy

Grecia – Demy, “This is love”

Spagna – Manel Arvaro, ” Do it for your lover”

Norvegia – Jowst, ” Grab the moment”

Regno Unito – Lucie Jones, “Never give up”

Cipro – Hovig, “Gravity”

Romania – Ilinica ft. Alex Florea, “Yodel It”

Germania – Levina, “Perfect Life”

Belgio – Blanche, “City Lights”

Svezia – Robin Bengtsson, “I can’t go on”

Bulgaria – Kristian Kostov, “Beautiful mess”

Francia – Alma, “Requiem”

Ucraina – O. Torvald, “Time”

Il tempo di tirare le fila di questa lunga esperienza è giunta: e nulla è ancora deciso. Nell’arco delle due semifinali infatti, alcune nazioni hanno ricevuto molte più attenzioni di quanto non ci si aspettasse, rendendo la vittoria non più così certa come si pensava fosse dalla vincita di Sanremo. Tra le nazioni che più si sono distinte troviamo: la Bulgaria, la Moldavia, che con il loro ritmo travolgente fanno impazzire ad ogni prova l’arena. Più di tutti però, il Paese che dobbiamo temere di più è il Portogallo, che con “Amar Pelos Dois” ha acquisito una grande popolarità. Avrà aiutato il portare sul palco una maglietta con la scritta “S.o.s refugees”? O sarà davvero la melodia e il testo a conquistare il pubblico internazionale Europeo?

In ogni caso, il nostro portandiera, Francesco Gabbani, si mostra fiducioso e potente come sempre sul palco. In conferenza stampa il cantante afferma anche che da quando ha un rivale “reale” si sente meno appesantito dalla pressione per la vittoria che tutti si aspettavano, permettendogli una miglior esibizione.

Ricordate che dall’Italia non si portà votare Francesco, ma il voto potrà andare solo ad altre nazioni.

Non ci resta che assistere alla finale di stasera per avere risolte tutte le domande. Seguiteci anche sulla pagina Facebook, dove troverete delle dirette dalla sala stampa delle reazioni a caldo.

E comunque vada: Namasté.

Commenti