Europa piomba in Autunno: effetti in Italia

0
201

Sconvolgimento in vista. Meteo d’inizio Settembre: Europa piomba in AUTUNNO, effetti in Italia

Improvviso cambio di rotta l’Europa piomba in Autunno. Lo si potrebbe definire tale, ma non c’è granché di cui stupirsi perché pensandoci bene siamo prossimi a settembre e quindi all’inizio dell’Autunno. Inevitabile, quindi, che il trend meteo climatico evidenziato dai vari modelli previsionali sia orientato in quella direzione.

Comincerà, come sempre, sul Nord Europa per poi proseguire sui settori centro orientali del vecchio continente. Sarà un vero e proprio terremoto barico, difatti dovrebbe subentrare un’ampia struttura depressionaria sostenuta da aria piuttosto fredda. Tale figura, ovviamente ad alta componente ciclonica, inizierebbe a creare qualche crepa nella tenuta dell’Alta Pressione.

Alta Pressione che continuerà ad interessare le nostre regioni, questo è vero, ma non sembra avere più il devastante potenziale sahariano delle scorse settimane. Caldo sì, ma non eccezionale e peraltro di durata contenuta.

Giusto per farvi un esempio: nel corso del fine settimana torneranno ad aumentare diffusamente le temperature, ma entro la prima metà della prossima riprenderanno a diminuire e potrebbe trattarsi di una diminuzione sostanziale. Il calo dovrebbe essere guidato dalla depressione in isolamento sull’Europa nordorientale, capace di sospingere l’aria fresca verso sud. Ovvio, a quel punto, che oltre all’abbassamento delle temperature potrebbero verificarsi anche i temporali.

Meteo Stravolto dall’Autunno. Estate infinita?

Vortice carico di temporali e grandine irrompe sull’Italia da Lunedi

Si giungerà in tal modo a settembre e come detto la prima decade potrebbe proporci subito uno stravolgimento dell’assetto barico continentale. Dovremo prestare davvero molta attenzione alla depressione succitata, dovesse riuscire in un modo o nell’altro a propagarsi sul Mediterraneo potrebbe scatenare letteralmente il finimondo.

Non scordiamoci che arriviamo da due mesi e mezzo caldissimi, due mesi e mezzo che stanno lasciando in eredità tantissima energia termica. Immaginate cosa potrebbe succedere se malauguratamente dovesse arrivare un vortice ciclonico secondario, magari alimentato da aria fredda. Scatenerebbe un putiferio, una vera e propria mazzata autunnale che sancirebbe la fine dell’Estate e l’inizio della stagione delle piogge.

La speranza, ovvio, è che il passaggio stagionale possa mostrarsi docile, ma vi confessiamo che abbiamo qualche dubbio. Dubbi derivanti da alcuni elementi climatici che non lasciano presagire niente di buono. Uno di questi è La Nina, della quale si tornerà a parlare nelle prossime settimane soprattutto in vista della prossima stagione invernale.

Ma questo è un altro discorso, ora concentriamoci su quel che potrebbe accadere nella prima metà di settembre perché le novità potrebbero essere clamorose e inaspettate.

Fonte: Meteo Giornale