Europa nostra Awards alla messa in rete dei papiri del Museo egizio

Accedi al Tpop per consultare i documenti antichi del Museo egizio

0
282
Papiri del museo egizio
La collezione di Torino è tra le più importanti del mondo (Foto di Souza_DF da Pixabay)

La piattaforma digitale dei papiri del Museo egizio premiata all’Europa nostra awards. La Turin papyrus on line platform ha ottenuto il riconoscimento per i progetti di conservazione, gestione e comunicazione del patrimonio storico e artistico. L’iniziativa torinese ha conseguito la benemerenza nella categoria ricerca.

I papiri sono on line in alta risoluzione e collegati a metadati che registrano le caratteristiche fisiche, gli scritti e le raffigurazioni presenti su ciascuno di essi. Con Tpop il Museo egizio ha creato una piattaforma multi-utente a cui possono accedere studiosi e appassionati. La giuria ha assegnato l’Europa nostra awards al progetto perché rende fruibili in rete le collezioni torinesi. Il Vecchio continente ha numerose raccolte di papiri, una ricchezza documentaria che testimonia l’interesse per l’Egitto, diffuso tra il 18° e il 19° secolo. Il progetto crea un museo digitale europeo che riunisce un patrimonio conservato in varie località, rendendolo una raccolta virtuale omogenea. La scansione e l’immisione dei papiri on line ha impegno il personale del Museo egizio per due anni, dal 2017 al 2019.

La piattaforma dei papiri del Museo egizio è accessibile anche senza registrazione

Da settembre scorso manoscritti interi o ricomposti e papiri sono consultabili sul sito dell’esposizione torinese nella sezione dedicata. Gli utenti non registrati possono vedere 57 papiri dall’antico regno al periodo tolemaico. Ci sono testi amministrativi, letterari, funerari, lettere. Col login si apre il database delle collezione in aggiornamento continuo con trascrizioni geroglifiche e notizie delle scoperte che riguardano l’Egitto. Molti documenti risalgono al periodo ramesside sono in ieratico e provengono da Deir el-Medina. Visionabili anche materiali inediti conservati nei magazzini del museo di Torino.

Dal sito del premio puoi votare i tuoi progetti preferiti tra quelli premiati e contribuire alla scelta dei vincitori del Public choice award. La Commissione europea intende incoraggiare la fruizione dei progetti vincitori e condividere i nominativi dei tre preferiti.

Commenti