Europa League: tocca a Inter, Torino, Napoli e Fiorentina

0
364

Dopo Juventus e Roma, promosse a pieni voti all’esordio europeo, questa sera tocca a Inter, Torino, Napoli e Fiorentina, impegnate nel primo turno di Europa League. Trasferta ostica per i nerazzurri, di scena a Kiev contro il Dnipro. I granata, di nuovo in Europa dopo 20 anni, affrontano il Brugge. La squadra di Benitez, reduce dal passo falso in campionato con il Chievo, riceve lo Sparta Praga, mentre i viola se la vedranno con il Guingamp.

Saranno Inter e Torino, alle 19, le prime italiane a scendere in campo nel giovedì di Europa League. Nerazzurri di scena a Kiev contro il Dnipro, l’attesa dei tifosi è tanta dopo un anno senza coppe europee. Mazzarri sembra intenzionato a presentare una squadra con diversi cambi rispetto all’ultima di campionato: in difesa ci sarà Vidic, a centrocampo spazio a M’Vila al posto dello squalificato Medel, mentre Kovacic sembra destinato alla panchina dopo la botta al piede rimediata nell’ultimo allenamento. In campo dall’inizio anche Guarin, schierato alle spalle dell’unica punta, quasi certamente Osvaldo.

Potrebbe essere Gillet la novità principale nell’undici anti-Brugge del Torino. Il portiere è pronto a tornare in campo dopo la lunga squalifica. L’alto volto nuovo è quello di Sanchez Miño, che dovrebbe finalmente partire dall’inizio dopo lo spezzone di gara giocato in campionato contro l’Inter. L’Europa League non era certo nei piani del Napoli, uscito anticipatamente dalla Champions nel playoff contro l’Athletic Bilbao. Contro lo Sparta Praga i partenopei non possono più steccare, soprattutto dopo la sconfitta casalinga subita dal Chievo. Anche Benitez, come Mazzarri, farà ampio ricorso al turn-over: in difesa Henrique affiancherà Koulibaly, a centrocampo ci sarà Gargano, mentre De Guzman potrebbe essere sfruttato sia in coppia con l’ex interista che sulla trequarti per far rifiatare uno tra Hamsik o Callejon. In attacco probabile la staffetta Zapata-Michu, con il colombiano in campo dall’inizio.

A caccia della prima vittoria stagionale. Il match d’esordio della Fiorentina in Europa League acquista un valore diverso dopo la partenza da dimenticare in campionato: una sconfitta ed un pareggio nelle prime due giornate per i viola, ma soprattutto ancora zero reti segnate. Quasi certo il debutto di almeno tre nuovi acquisti: Basanta, in campo per lo squalificato Gonzalo Rodriguez, Richards al posto Tomovic e Badelj per Pizarro. Kurtic sembra destinato alla panchina, mentre Marin non è stato neanche convocato. Dubbio in attacco: Ilicic, Cuadrado e Bernardeschi si giocano il posto a fianco di Mario Gomez.

Commenti