Il Presidente a Radio Kiss Kiss: per noi questa Europa League è un prolungamento della Champios. Benitez maestro di calcio e uomo di cultura
“Il Porto è molto forte, ma noi abbiamo le possibilità di giocarci la qualificazione alla pari”. Aurelio De Laurentiis, ai microfoni di Radio Kiss Kiss, racconta le sue aspettative per il match di Europa League e traccia le linee future per il progetto Benitez.
“Affronteremo una squadra anche molto motivata dal cambio di allenatore. Il Porto ha segnato subito quattro gol in campionato ed ha una nuova iniezione di fiducia. Saranno molto concentrati e sarà una partita dura per noi, in uno stadio caldo con grande tifo per i nostri avversari. Io confido nella nostra capacità di saper sempre reagire anche nella difficoltà, riuscendo ad esprimere sempre il nostro gioco. E credo che Rafa Benitez in questo sia maestro. Poi ci sarà il ritorno al San Paolo ed il nostro stadio ci può spingere ancora avanti”.
Benitez è il detentore dell’Europa League. Ci tiene ad onorarla:
“Ci teniamo tutti. Noi siamo usciti dalla Champions con ben 12 punti dimostrando di poter competere con squadre di grande importanza. Per questo per noi quest’anno l’Europa League è un prolungamento della Champions. Anche se in assoluto io penso sempre che la cosa migliore sia creare un grande campionato europeo per Club nel futuro con la parallela riduzione dei campionati a 16 squadre in modo da dare la possibilità ai Club di potersi esprimere meglio in campo internazionale”.
Capitolo campionato e Napoli che ha un altro grande leader quest’anno: Pepe Reina…”Io dico sempre che tutte le parate dei portieri è come se fossero dei gol. Quindi hanno lo stesso valore di una rete di un attaccante. Eppure non gli si dà mai il giusto clamore e la giusta evidenza. Reina è tra i tre migliori portieri del mondo. Poi abbiamo Rafael che è fortissimo ed è stato osannato prima di questo triste incidente, ma spero che a giugno sia già tra noi. Colombo è una persona formidabile di cultura ed importanza per lo spogliatoio. In più verrà Andujar che è un grande portiere argentino. Quindi abbiamo un parco portieri di altissimo livello”.
Benitez è il nuovo Oro di Napoli? “Benitez è un tecnico al quale bisogna dare il tempo necessario. Noi abbiamo il vizio di volere tutto e subito in Italia rischiando di bruciare gli eventi. Rafa è venuto in un campionato nuovo, ha preso una eredità dimezzata rispetto alla scorsa stagione, con l’innesto di ben 12 giocatori nuovi. In tutto ciò al primo anno finora siamo terzi, stiamo facendo benissimo in Europa come mai era accaduto in passato e siamo in finale di Coppa Italia. Ma soprattutto il nuovo corso di Benitez ci sta insegnando che se vogliamo giocare in Europa dobbiamo toglierci dalla testa qualsiasi modulo che non sia il 4-2-3-1 per competere allo stesso livello dei grandi Club internazionali. Devo dire che Rafa Benitez è un maestro di calcio ed ha una cultura enorme non solo calcistica. E’ una persona unica, di grande spessore con cui sono felice di poter lavorare per il nostro futuro”.

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here