Gara nettamente dominata dall’Ajax contro lo Schalke 04, vincendo 2-0 con tante occasioni create, riuscendo già a mettere un piede sulla qualificazione alla semifinale.

Autore di una sensazionale partita è sicuramente il capitano degli olandesi, Klaassenn che grazie alla sua doppietta fa portare a casa una vittoria davvero preziosa ai suoi compagni.

PRIMO TEMPO –  L’Ajax come detto in precedenza domina dall’inizio alla fine della partita, impostando i suoi ritmi e il suo gioco molto veloce, grazie anche ai molti giovani talenti che questa squadra ha a sua disposizione, chiudendo per la maggior parte del tempo lo Schalke nella propria metà campo e concedendo pochissimo.

La partita viene sbloccata al 23° su calcio di rigore, Younes entra in area di rigore in mezzo a due avversari, viene atterrato da Schöpf, per l’arbitro è senza dubbio calcio di rigore; dal dischetto va proprio Klaassen che con un botta potente spiazza il portiere avversario, portando in vantaggio la sua squadra.

Dopo il gol dell’1-0 lo Schalke scompare dalla partita rimanendo in completa balia dell’iniziativa olandesi, al 31° infatti padroni di casa hanno la possibilità di portarsi sul 2-0, ma il legno ferma la deviazione da calcio d’angolo di un difensore tedesco che stava per fare un clamoroso autogol.

L’unica azione degli ospiti in tutto il primo tempo è sui piedi di Howedes che colpisce bene la palla in rovesciata, ma la sua conclusione è troppo centrale per creare problemi all’estremo difensore avversario che para con una presa sicura. Nella prima frazione esiste solo l’Ajax in campo creando molto, ma non riuscendo a finalizzare, riuscendosi a portare in vantaggio solo grazie ad un calcio di rigore.

SECONDO TEMPO – Ad inizio ripresa l’Ajax apporta il primo cambio alla formazione iniziale, fuori Sinkgraven dentro Matthijs De Ligt.

Al 52° i padroni di casa riescono a trovare il gol del raddoppio, ancora con Klaassen, splendido cross di Kluivert (figlio d’arte) ancora per il capitano che in al volo batte Fahrmann. L’Ajax non vuole fermarsi e tenta di segnare il terzo gol, due minuti più tardi è Traorè che si invola verso la porta avversaria, ma al momento del tiro viene murato da Nastasic che compie il suo primo intervento positivo della sua partita.

Primo cambio per lo Schalke al 58° Mayer per Stambouli, tentando di dare più spinta in attacco, più tardi entrerà anche Huntelaar per l’uscita di Schöpf.

Al 67° ancora una grande parata di Fahrmann che salva il risultato con un intervento di faccia sul tocco morbido di Traorè e poi sul secondo tentativo l’attaccante prova con un tiro al volo ma ancora Fahrmann gli nega il gol con una parata in due tempi.

L’Ajax al 74° apporta il secondo cambio al suo 11 iniziale, fuori un applauditissimo Kluivert dentro Neres; tre minuti più tardi ancora gli olandesi hanno l’occasione più importante del secondo tempo, Van de Beek raccoglie palla da calcio d’angolo, prova la conclusione di prima intenzione, ma ancora una volta Fahrmann si supera toccando quel tanto che basta la palla per mandarla sulla traversa e salvando ancora il risultato che sarebbe stato ancora più netto.

Nei minuti finali le due squadre apportano l’ultimo cambio alle rispettive formazioni, nello Schalke 04 fuori un irriconoscibile Caligiuri dentro Konoplyanka, mentre per i padroni di casa fuori Van de Beek per l’entrata di de Jong. Dopo i tre minuti di recupero concessi dall’arbitro l’Ajax ottiene una pesante vittoria per 2-0 contro uno Schalke 04 completamente in balia dell’avversario. Risultato di 2-0 che va quasi stretto all’Ajax per le innumerevoli occasioni create e non finalizzate, ipotecando lo stesso con questa prestazione la qualificazione.

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here