Europa, la luna di Giove adatta alla vita?

Scoperta una quantità d’acqua superiore a tutti gli oceani della Terra messi insieme

0
213

Europa, una delle più grandi lune di Giove, potrebbe presentare le condizioni adatte alla vita nell’oceano nascosto sotto i suoi ghiacci. E’ questo il risultato del modello elaborato dal Jet Propulsion Laboratory (Jpl) della Nasa, nel cuore del California Institute of Technology (CALTECH) di Pasadena.

Secondo il modello, l’oceano nascosto di Europa avrebbe una composizione simile a quella degli oceani della Terra. Il satellite – 3.100 km (1.900 miglia) di diametro – è la quarta luna più grande in orbita attorno a Giove. Sebbene più piccola della nostra Luna, Europa è comunque più grande di Plutone.

Le navicelle spaziali Voyager e Galileo hanno riportato immagini e dati provenienti da Europa a testimonianza dei vasti magazzini d’acqua sotto la sua superficie. Tuttavia, la composizione chimica di questi oceani extraterrestri rimane ancora incerta. Utilizzando le informazioni raccolte durante la missione Galileo, i ricercatori del Jet Propulsion Laboratory della NASA hanno simulato le condizioni al di sotto di questi mari alieni.

Le scoperte del team JPL

Il team, coordinato da Mohit Melwani Daswan, ha lavorato su un modello che simula sia la composizione dell’oceano che la composizione e le proprietà fisiche del nucleo di Europa. Così, è risultato che le acque di questa luna si potrebbero essere formate in seguito alla frattura di minerali ricchi di acqua. Il tutto avvenuto in seguito al decadimento radioattivo degli elementi presenti in essi. 

La simulazione indica che in origine l’oceano era acido, con alte concentrazioni di anidride carbonica, calcio e solfato, ma nel tempo le sue acque sarebbero diventate ricche di cloruro, come confermano i dati del telescopio spaziale Hubble.

«Siamo stati in grado di modellare la composizione e le proprietà fisiche del nucleo, dello strato di silicato e dell’oceano. Scopriamo che diversi minerali perdono acqua e sostanze volatili a diverse profondità e temperature», spiega Mohit Melwani Daswani, geochimico e scienziato planetario di JPL.

Gli scienziati, inoltre, ritengono che il guscio di ghiaccio di Europa abbia uno spessore di 10-15 miglia (da 15 a 25 chilometri). Lo strato galleggia su un oceano profondo da 40 a 100 miglia (da 60 a 150 chilometri). Quindi, mentre Europa ha solo un quarto del diametro della Terra, il suo oceano può contenere il doppio di acqua rispetto a tutti gli oceani del nostro pianeta messi insieme. Anche il campo magnetico di Europa fornisce la prova della presenza di un oceano di acqua liquida sotto lo strato ghiacciato. Sebbene il satellite di Giove abbia probabilmente la stessa età del sistema solare – quattro miliardi e mezzo di anni – la sua superficie è molto giovane: possiede tra i 20 ed i 180 milioni di anni.

«Nel tempo la composizione dell’oceano di Europa sarebbe diventata più simile a quella degli oceani della Terra», ha osservato Daswani. «Di conseguenza crediamo che questo oceano potrebbe essere abbastanza ospitale per la vita. Europa è una delle nostre migliori possibilità di trovare la vita nel Sistema Solare». Ulteriore conferma potrebbe arrivare grazie alla missione Europa Clipper, diretta verso la luna di Giove e che la Nasa prevede di lanciare nel 2024.

Commenti