Sprofonda, si rialza, difende e vince. Straordinaria prova di forza dell’AX Armani Exchange Olimpia Milano dove, alla Fonteta di Valencia, trova la prima vittoria esterna nella massima competizione europea, la seconda in EuroLega dopo quella ottenuta contro Barcellona al Forum.
Dopo esser stata sotto di 17 punti, la squadra guidata da Pianigiani varia totalmente il proprio registro difensivo, elevandolo d’intensità. Valencia non riesce più a costruire il proprio gioco, mentre Milano trainata prima da Goudelock (17) e poi da uno scatenatissimo Jerrels, riesce ad ottenere un’importantissima vittoria al termine di una maratona durata due tempi supplementari. Encomiabili le performance difensive di Tarczewski e Gudaitis i quali riescono prontamente ad arrestare la corsa di Dubljevic e compagni.

Se da un lato l’Olimpia deve fare i conti con la sfortuna per l’infortunio occorso a Goudelock (strappo al flessore destro) a metà quarto periodo, può comunque esultare per aver ritrovato Mister Shot. Curtis Jerrells, alla suo esordio in maglia biancorossa dopo tre anni da quel fatidico scudetto, ha letteralmente trainato i suoi compagni alla vittoria grazie ai 18 punti (30 totali) messi a referto nei due overtime. Eletto a furor di popolo MVP del match.

Una Milano che non avrà molto tempo per gioire e rifiatare prima di ritornare in campo venerdì, nuovamente in EuroLega, affrontando nella nona giornata di Regular Season il Brose Bamberg di coach Trinchieri.

 

La partita  In un primo tempo all’insegna dell’equilibrio, nessuna formazione riesce a trovare l’allungo decisivo che possa tagliare le gambe della propria avversaria. Durante il secondo periodo ci prova il lungo Tibor Pleiss, dall’alto dei suoi 220 cm. Il centro originario di Philadelphia firma un personale parziale di 7-2 e garantisce al Valencia un vantaggio sul 32-26. L’Olimpia è subito brava a reagire grazie al pareggio agguantato da Goudelock e all’inchiodata al ferro di Cory Jefferson che vale addirittura il sorpasso (34-36). Nel finale di primo tempo, i padroni di casa sfruttano al meglio i turni dalla lunetta e rientrano negli spogliatoi avanti di 4.

Dopo la lunga pausa Milano è disorientata e Valencia ne approfitta grazie a uno scatenatissimo Green, il quale firma 9 dei 17 punti (parziale 17-4) che fanno sprofondare l’Olimpia a -17 a metà terzo periodo. Pianigiani è costretto a giocarsi la carta del secondo time out. Mossa vincente. L’AX riprende il gioco alzando caparbiamente il proprio livello d’intensità difensiva, di conseguenza trovando fiducia nella metà campo offensiva. Il duo Goudelock-Theodore è devastante e in un amen ricuciono lo svantaggio sino al 64-58.

Nel quarto periodo Milano è in fiducia e in pieno controllo del match. Una tripla di pregevole fattura messa a referto da Jerrels riporta i suoi compagni a 3 lunghezze di distanza (64-61). Milano è in gara così come il suo top scorer Goudelock (17 punti), fin quando non è costretto ad uscire per un infortunio al flessore, quando mancano sul cronometro 7’ e 26” al termine dei tempi regolamentari. I meneghini non si lasciano scoraggiare da quanto accaduto. Pianigiani rivede le proprie rotazioni e l’Olimpia prosegue nel cammino intrapreso sino a quel momento. Apoteosi quando dalle mani di Theodore fuoriesce il tiro che riequilibra il match sul 74-74. Erick Green avrebbe nelle mani il tiro della vittoria per Valencia, ma lo spreca malamente e il rimbalzo conqusitato da Kalnietis spedisce il match all’overtime.

Valencia con le spalle al muro può solo rispondere alle triple di Micov e Jerrels nel primo tempo supplementare, prima di soccombere nel secondo overtime ad un parziale di 0-7 che porta nuovamente la firma di Mr. Shot e Theodore. I liberi finali di Dubljevic limano solo il risultato finale. 98-103.

 

Tabellino

VALENCIA BASKET – AX ARMANI EXCHANGE OLIMPIA MILANO 98-103 (20-19, 45-41, 64-58, 74-74)

Valencia: Thomas, Abalde ne, Van Rossom 13, Rudez ne, Dubljevic 18, Vices 6, Marinez 4, San Emeterio 16, Pleiss 13, Sastre, Green 22, Doornekamp 6. All. Vidorreta.

Olimpia Milano: Goudelock 17, Micov 5, Kalnietis 3, Tarczewski 4 (10r), Cinciarini 3, Cusin ne, Abass ne, M’Baye 6, Theodore 20, Jefferson 7, Jerrels 30, Gudaitis 8. All. Pianigiani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here