Etna: nella notte spettacolo a cielo aperto

0
602
etna spettacolo nella notte

Nella notte tra il 24 e il 25 maggio l’Etna, “la Signora”, che domina Catania è tornata a dare spettacolo. Il vulcano ha ripreso da una settimana la sua attività. Nella notte, complice il cielo sgombro di nubi l’eruzione era visibile ed è stata fortissima, accompagnata da altissimi spruzzi di lava. Tra eruzioni, tremori e boati l’attività è stata spettacolare. Poi “Idda” come la chiamano i catanesi si è acquietata. Fortunatamente la mancanza di vento nella notte ha contribuito a non creare disagi con le ceneri.

Quante eruzioni ci sono state questa settimana?

Siamo alla 4 eruzione dal 18 maggio scorso. L’Etna ha cominciato a dare spettacolo nella notte del giorno in cui è morto Franco Battiato. L’attività di stanotte, ha interessato sempre il cratere di Sud-Est. La causa dei tremori è stata individuata ad una profondità di 2,8 s.l.m.. Oggi, pare che le attività si siano fermate, almeno in superficie. L’eruzione e l’attività del vulcano è comunque sempre monitorata dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Catania. Alle ore 00:39 del 25 maggio l’ Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia etneo ha comunicato che l’attività esplosiva era cessata sul cratere di Sud Est. Di conseguenza, anche la fontana di lava al cratere si è fermata, mentre il flusso lavico si propagava verso Sud Ovest. La nube eruttiva prodotta dall’emissione lavica, come riportano le immagini satellitari, ha raggiunto un altezza massima di 7000 mt. sul livello del mare, disperdendosi verso NE.

Ma dopo una notte di spettacolo allora l’Etna si è placata?

L’Etna non smette mai di dare spettacolo, di giorno e di notte mentre erutta o quando si staglia nel cielo ed è visibile in tutta la Sicilia orientale. L’ istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Catania, da questa mattina sta comunicando i rallentamenti esplosivi e le attività legate ai tremori. Le immagini dei video di sorveglianza mostrano che la nube eruttiva si è abbassata, attestandosi a 4000 mt. La sorgente dei tremori è localizzata sempre nei pressi del cratere di Sud Est a una elevazione di circa 2700 mt. s.l.m.. Intanto, l’attività infrasonica si mantiene su livelli bassi. Nessuna variazione significativa è pervenuta dall’analisi dei segnali di deformazione del suolo. La nube vulcanica si sta disperdendo verso ENE.


Previsioni Meteo del Pomeriggio di Martedì 25 Maggio 2021