Etna crea disagi alla circolazione: cenere e lapilli ricoprano il catanese

0
170

Giarre, Fiumefreddo e altri centri della fascia pedemontana stanno facendo registrare difficoltà per gli spostamenti e potenziale pericoli a causa della vasta distesa di lapilli che ha invaso le strade

Un nuovo evento parossistico dal cratere di Sud-Est con fontana di lava e l’emissione di una nube eruttiva alta 10 chilometri ha provocato una intensa “pioggia ” cenere e di lapilli, anche grossi, sulle città della fascia pedemontana. Diversi i disagi causati alla popolazione, in particolar modo a Giarre, a Fiumefreddo, a Riposto, a Milo, a Sant’Alfio e a Mascali. Le strade sono ricoperte di sabbia nera e il volto dei vari paesi è radicalmente cambiato. Difficoltà nella circolazione nelle arterie cittadine e anche sull’autostrada A18, nel tratto compreso tra Giarre e Fiumefreddo.

Per quanto concerne l’ambito agricolo si sta facendo una nuova conta dei danni: i lapilli, come già avvenuto nei giorni scorsi, potrebbero aver seriamente danneggiato le colture. Per quanto concerne l’aeroporto di Catania al momento non risultano restrizioni o limitazioni dell’operatività.

Commenti