Essere pagati per vivere su un’isola: ecco come fare

Un sogno che si realizza e un'eccellente soluzione per fuggire dai problemi del mondo odierno.

0
269
Essere pagati per vivere su un'isola

Con il mondo che vive una quantità di caos senza precedenti, nessuno ti biasimerà per voler fare le valigie e fuggire su un’isola lontana, lontana. Ma sapevi che questo sogno apparentemente impossibile potrebbe davvero diventare realtà e non dovresti pagare un centesimo? Un modo per essere pagati per vivere su un’isola c’è. Ecco qual è.

Leggi anche: Le cinque isole più belle del mondo

Essere pagati per vivere su un’isola: succede davvero

Ci sono tantissime isole che sono pronte a sponsorizzare il tuo trasloco, darti una casa e aiutarti a creare un’impresa. Tutto quello che devi fare è sederti e rilassarti.

Leggi anche: Oroscopo e viaggi: scopri quali isole dovresti visitare

Antikythera, Grecia

Immagina di vivere sulla costa battuta dal vento del Mar Egeo, a due ore di traghetto da Creta. Per ripopolare l’isola di Antikythera (ha solo 20 residenti), la Chiesa greco-ortodossa locale sta sponsorizzando le famiglie a trasferirsi. Ti verranno dati un terreno, una casa e uno stipendio mensile di 590 dollari per i primi tre anni in cui vivi lì.

Isola di Rum, Scozia

Onestamente, con un nome del genere, cosa ti serve di più? Il governo locale sta costruendo case ecologiche per famiglie. L’isola di rum è una comunità di 30 persone nella parte occidentale della Scozia. Meraviglie naturali come le montagne, le cascate e le attrazioni panoramiche come un castello di epoca edoardiana, offrono una motivazione in più per stabilirsi lì.

Essere pagati per vivere su un'isola

Essere pagati per vivere su un’isola: Sicilia, Italia

Il sindaco di Cammarata, una frazione collinare appena a sud di Palermo dove si allenavano i cavalli olimpici, sta offrendo gratuitamente ville storiche ai nuovi residenti per ricostruire la comunità.

Arranmore, Irlanda

Cerca la tua pentola d’oro in questo isolotto nascosto al largo della costa nord-occidentale dell’Irlanda. Arranmore ha ideato un piano per attirare nuovi arrivati ​​sulle sue coste. Con solo 469 residenti nel 2019, chiede di prendere in considerazione un possibile trasferimento nello sperone roccioso. Oltre al pesce fresco, alle spiagge appartate e alla Guinness a flusso libero (dopotutto è l’Irlanda), l’isola vanta una vivace scena di start-up con spazi di lavoro digitali e accesso a Internet ad alta velocità. I lavoratori a distanza possono candidarsi al generoso programma nazionale Enterprise Ireland per ottenere potenzialmente più di 945.000 dollari di finanziamenti.

Essere pagati per vivere su un’isola: Mauritius

Conosciuta per le sue lagune incontaminate e le lussureggianti foreste pluviali, Mauritius si trova nel mezzo dell’Oceano Indiano, appena fuori dal confine tra Africa orientale e Madagascar. Nell’ambito del Mauritius Business Growth Scheme, lanciato nel 2010, gli imprenditori selezionati riceveranno un compenso fino a 500 dollari al mese per un anno per avviare la propria impresa. Potrebbe non sembrare molto, ma bisogna considerare che il costo della vita sull’isola è molto basso.

Isola del Sud, Nuova Zelanda

Oltre alla sua bellezza, la Nuova Zelanda è nota per la sua qualità della vita, sicurezza e convenienza. Nel 2016, Kaitangata, un villaggio rurale sulla punta più lontana dell’Isola del Sud della Nuova Zelanda, ha offerto pacchetti di case e terreni per oltre 160.000 dollari affinché le persone si trasferissero lì. La piccola città aveva 1.000 posti di lavoro aperti nei settori agricolo e turistico.

Sark, Inghilterra

La più piccola delle quattro Isole del Canale d’Inghilterra, Sark è completamente pedonale e quindi è il luogo ideale per gli appassionati di escursioni a piedi, in bicicletta o anche in carrozza. Ha spiagge sabbiose mozzafiato e una ricca fauna selvatica. In questo momento, c’è un’iniziativa limitata di “libertà di movimento” che rende più semplice il trasferimento senza visto fino al 31 dicembre 2020.

Commenti