eSport e scommesse online in crescita anche grazie al lockdown

In pochi anni gli “sport virtuali” sono diventati un'industria miliardaria

0
172

Si era previsto un 2020 in cui gli eSport avrebbero spopolato. In realtà nel 2020 a livello mondiale gli incassi generati da questo tipo di discipline non si è discostato di molto da quello che era stato generato nel 2019. Tranne che in Italia. Nel nostro Paese la crescita degli eSport è stata notevole. Un po’ a causa del prolungato lockdown e un po’ grazie ad alcuni eventi che hanno visto protagoniste proprie le squadre italiane.

I maggiori tornei del pianeta sono ormai delle kermesse che hanno ben poco da invidiare ai più seguiti eventi dello sport tradizionale. Ed è proprio al mondo del calcio o dei motori che si ispira la ricerca di partnership commerciali prestigiose, con tanto di endorsement e sponsorizzazioni milionari – così come è impossibile pensare che a questo giro di affari non si accompagni una crescita dei siti di scommesse online sugli esport, i migliori dei quali recensiti su questa pagina.

Nel 2019 a farla da padrone, in tutto il mondo, era stata la finale mondiale di League of Legends, in cui i fan si sono riuniti anche dal vivo oltre che davanti agli schermi per guardare i giocatori competere in un videogioco di battaglia fantasy per un premio condiviso di oltre 5 milioni di sterline. L’evento è stato seguito complessivamente da 14,7 milioni di persone contemporaneamente.

Quanto velocemente stanno crescendo gli eSport?

Un recente rapporto stilato dal Milken Institute afferma che gli eSport professionali hanno fruttato circa 660 milioni di dollari nel 2017 e prevedeva che questa cifrà sarebbe cresciuta fino a oltre 1 miliardo di dollari entro la fine del 2019. Attualmente, ci sono negli USA ben 17 college offrono borse di studio atletiche per giocatori competitivi proprio negli esports. Nel 2020 in Italia a farla da padrone è stata la conquista del titolo europeo di PES da parte della Nazionale FIGC, durante il primo torneo ufficiale organizzato dalla UEFA. E la Fifa ha promesso anche i Mondiali.

Non è quindi solo sport italiano quello che gli italiani guardano. In realtà è aumentato anche l’interesse verso discipline di eSport che si sovrappongono a quelle reali anche grazie al coinvolgimento negli stessi di veri campioni sportivi come Valentino Rossi e Charles Leclerc. La formula 1, per esempio, ha proposto dei Virtual GP, il MotoGp eSport ha avuto un campionato mondiale, e il mondo del calcio ha dato il via il 30 marzo al eFootball ProEvolutionSoccer 2021.

La crescita delle scommesse online sugli eSports

A scommettere online sugli eSports non sono solo persone che arrivano da esperienze precedenti o parallele come gamers e quindi abituati alle realtà virtuali. Tra gli appassionati si contano sempre più fan dello sport del mondo reale che cercano nuove forme di intrattenimento, soprattutto ora che tutti gli eventi sportivi dal vivo sono, in Italia, chiusi al pubblico in presenza.

Eduardo Pelaez, Online products director di Strendus (Messico) sostiene che le scommesse online di esports cresceranno del 20% nei prossimi cinque anni. Inoltre sostiene che gli scommettitori sono generalmente utenti che si informano e che non prendono decisioni affrettate, consultando prima i portali comparatori più affidabili.

Molti credono che questo porterà a un cambiamento tettonico nella distribuzione dei media, nella monetizzazione della PI e nella pubblicità. Tre elementi fondamentali stanno contribuendo all’ascesa dell’industria degli eSport come il prossimo grande sport per spettatori: competizioni in streaming con campionati organizzati, giocatori professionisti i cui sforzi possono essere visualizzati ovunque ed eventi dal vivo nelle principali sedi sportive offline. È per questo che piattaforme come Twitch, dove persone da tutto il mondo possono sintonizzarsi e guardare i giocatori, o “streamer”, giocare ai videogiochi, è la più grande piattaforma di live streaming negli Stati Uniti. Nel 2014, Amazon ha acquistato Twitch per quasi $ 1 miliardo, anche se alcuni analisti aziendali hanno messo in dubbio la mossa. Oggi, Twitch ha circa 5 milioni di spettatori attivi che trascorrono 106 minuti ogni giorno a guardare i giochi dal vivo, una posizione più alta rispetto alle reti televisive via cavo in prima serata come la CNN.

Data questa crescita, le reti televisive lineari e i proprietari di squadre sportive hanno preso atto del potenziale degli eSport. ESPN, TBS, SyFy e Telemundo hanno collaborato con la piattaforma di gioco competitiva FACEIT per trasmettere eventi di eSport. Personaggi sportivi come il proprietario dei New England Patriots Robert Kraft, Shaquille O’Neal e Alex Rodriguez hanno tutti quote di proprietà nelle squadre di eSport. I team Cloud9 di Etienne hanno recentemente guadagnato $ 25 milioni da investitori, tra cui il co-fondatore di Reddit Alexis Ohanian.

Commenti