Esplorazione orientalista: il fascino particolare dell’est

Letteratura contemporanea sulla relazione tra l'est e l'ovest

0
387
Esplorazione orientalista

Sì, se ci mettessimo a cercare troveremmo ancora tanti autori, romanzieri contemporanei e promotori di storie affascinanti. Tra tutti, oggi come oggi, spiccano due nomi: Nguyen e Énard. Questi due scrittori sono i narratori di un’esplorazione orientalista quindi di un excursus di racconti che attraggono e divertono.

Chi sono gli autori dell’esplorazione orientalista?

Parliamo di romanzieri contemporanei capaci d’imprese conoscitive e narrative vaste e necessarie. Uno di questi è il vietnamita, ora negli Stati Uniti, Viet Thanh Nguyen. L’altro invece è Énard, un francese ora in Spagna, ingordo esploratore di storie e autore di Bussola, prezioso e impressionante lavoro “orientalista” che affascina con particolare travolgimento.

Che cosa hanno da raccontare i due romanzieri?

Raccontano la storia fatta di est e ovest, dei qui e là, di luoghi e sistemi, di cultura. Il filo? Il viaggio, l’amore e la corsa verso l’ignoto. Nomi e cose noti ma sempre misteriosi, incontri su incontri, vicende belle accanto a vicende brutte. Forse, la letteratura contemporanea può ancora stupire, tanto.

Esplorazione orientalista: l’opera aperta di Énard

Énard ha cominciato con romanzi brevi e concentrici ma di recente ha mostrato tutta la sua originalità con un’opera aperta. Parliamo di un’impresa a suo modo unica che affascina per la sua vicenda e ancor più per la conoscenza della storia e della cultura di più paesi. La letteratura di Énard quindi si nutre anche di viaggi, di letture infinite, di conoscenza e di fantasia. Quest’ultima quando è in eccesso non stanca mai.  

Bussola di Énard

Bussola è un romanzo maestoso, erudito e appassionante su un tema di grandissima attualità: i nostri rapporti con le civiltà orientali, islamiche, turche, persiane, siriane. Il racconto viaggia sulla doppia storia di due amori impossibili. La prima tra un timido orientalista austriaco e un collega francese lungo le strade di Turchia, Siria, Persia. La seconda invece tra Occidente e Oriente nel corso della Storia. Il libro, tra l’altro vincitore del Premio Goncourt 2015, descrive un intreccio di relazioni. D’altro canto, le righe del testo si concentrano su un amore intriso di centinaia di storie. Le storie appartengono a donne e uomini europei, che nel corso dei secoli hanno dedicato le loro vite all’inseguimento dell’esplorazione orientalista. L’autore dunque ci parla di vite avventurose di scrittori, musicisti o viaggiatrici che si sono lasciati ammaliare dall’esotismo e dalla sensualità di luoghi come la Persia, Costantinopoli, Palmira.


Ucraina orientale: un settore turistico in via di sviluppo