Esercitazioni militari bielorusse nei suoi confini occidentali

0
719
esercitazioni militari bielorusse

Iniziano le esercitazioni militari bielorusse su larga scala sui confini con la Polonia e la Lituania. Le esercitazioni, incentrate in particolare sulla difesa aerea, si svolgono in mezzo a proteste di massa a seguito delle contestate elezioni presidenziali.

Esercitazioni militari bielorusse per la difesa aerea

Le esercitazioni, che coinvolgeranno anche l’artiglieria e le truppe missilistiche, si svolgeranno nella regione occidentale di Grodno dal 17 al 20 agosto, ha detto domenica il Ministero della Difesa del Paese.

L’azione si svolgerà nei pressi della città di Astravyets – non lontano dalla nuova centrale nucleare del paese, che è in costruzione in collaborazione con la Russia.

Distaccamenti da tre reggimenti di difesa aerea sono stati inviati nelle loro aree di competenza, ha detto l’esercito. Le unità sono già a guardia dello spazio aereo del confine nazionale bielorusso, ha aggiunto.

Anche le truppe aeree e i carri armati parteciperanno alle esercitazioni, che si terranno in luoghi separati nello stesso periodo, ha aggiunto.

Le esercitazioni militari bielorusse mostrano la forza ai vicini

La Bielorussia ha mostrato un forte aumento delle sue attività militari negli ultimi giorni in un apparente tentativo di mostrare forza ai suoi vicini.

Paesi che sono ripetutamente accusati da Minsk di alimentare le massicce proteste in corso all’interno del paese.

Sabato, il presidente Alexander Lukashenko ha inviato una brigata aerea nella regione di Grodno, citando le tensioni al confine e le attività della NATO nei Paesi vicini.

Non possiamo semplicemente osservare con calma ciò che sta accadendo in questi territori. Anche i nostri militari sono preoccupati per questo problema”, ha detto Lukashenko. Lukashenko ha ordinato il trasferimento della brigata da Vitebsk a Grodno per la situazione “tesa”.


Bielorussia: dispiegate forze NATO al confine occidentale


La NATO respinge le accuse di Lukashenko

La NATO ha respinto le preoccupazioni di Lukashenko riguardo a un accumulo militare vicino al confine, con un portavoce. Domenica ha detto che la “presenza multinazionale” dell’alleanza nella regione non è “una minaccia per nessun paese” ed è “strettamente difensiva, proporzionata e progettata per prevenire i conflitti e preservare la pace”.

Lituani preoccupata per le esercitazioni militari bielorusse

La Bielorussia ha iniziato le esercitazioni militari sul suo confine occidentale, ha detto lunedì il membro della NATO, la Lituania, membro della NATO, accusando il suo vicino di aumentare le tensioni in mezzo alle proteste di massa contro il leader merlato Alexander Lukashenko.

“Stiamo assistendo agli sforzi bielorussi per intensificare e sviluppare ulteriormente la narrazione delle cosiddette minacce straniere”, ha detto il ministro della difesa Raimundas Karoblis in una dichiarazione all’AFP.

Ha detto che la nazione baltica sta seguendo da vicino la situazione insieme agli alleati della NATO, ma “non vede oggi una minaccia militare dalla Bielorussia”.

Situazione in Bielorussia

La Bielorussia ha sopportato una settimana di manifestazioni di massa, scatenate dalle elezioni presidenziali del 9 agosto.

Secondo i dati ufficiali, il leader a lungo termine Lukashenko si è assicurato una solida vittoria, ricevendo poco più dell’80% dei voti.

Il voto contestato è stato condannato anche in Occidente. Venerdì scorso, il principale diplomatico dell’Ue, Josep Borrell, ha dichiarato che il blocco si è rifiutato di accettare la vittoria di Lukashenko.

Borrell promesso sanzioni contro i principali funzionari bielorussi. Anche il segretario di Stato americano Mike Pompeo non ha escluso di sanzionare Minsk.