Era il 15 aprile del 1983 e apriva il Tokyo Disneyland

Numerose le attrazioni presenti e tanta tecnologia.

0
441

Uno dei sogni più frequenti nella fantasia dei bambini è senza dubbio tuffarsi nel mondo delle favole e dei loro personaggi preferiti. Ma quale è il modo migliore per vivere in modo diretto e suggestivo questa esperienza? Passare uno o più giorni di vacanza presso uno degli straordinari parchi sparsi nei vari continenti.

La storia di uno dei parchi più grandi al mondo

Oggi ripercorriamo la storia di uno di questi parchi aperto nel 1983 a Tokio e considerato uno dei più grandi al mondo. Il Tokyo Disneyland fu aperto il 15 aprile, un vero e proprio evento per l’Asia. Purtroppo il terremoto del 2011 che colpì il Giappone, costrinse la chiusura temporanea per poter intervenire sui danni riportati alle strutture, fortunatamente non seri. Successivamente quindi fu di nuovo aperto per la gioia dei moltissimi visitatori che ogni anno arrivano anche da molto lontano. 

Il Parco e le sue attrazioni

Il parco si trova all’interno del Tokyo Disney Resort, alla periferia della capitale giapponese, ed è assai noto per la sorprendente originalità delle sue attrazioni, molte delle quali hanno come protagonista l’acqua. Il castello simbolo del parco è la copia esatta di quello di Disneyworld, in Florida. Il parco tuttavia, si differenza dagli altri perchè è l’unico al mondo a non avere la classica Main Street all’ingresso. Si può infatti vedere una copia esatta, in tono minore posta sotto un enorme edificio al coperto, denominata “World Bazar”. Questo è stato pensato per aiutare i visitatori nei rigidi mesi invernali, riparando così una parte del parco.

Altra particolarità riguarda il fatto che il parco non possiede un treno che gira il parco come gli altri parchi Disney, ma un treno che gira solo per Adventureland e Westerland. A Fantasyland vi è poi la Haunted Mansion, ovvero l’unica casa stregata Disney a trovarsi a Fantasyland (le altre Haunted Mansion sono situate a New Orleans Square a Disneyland, a Liberty Square a Walt Disneyworld, e a Frontierland a Disneyland Paris).  La cosa deriva dal modo che hanno i giapponesi di considerare i fantasmi, non come tema horror ma invece come fantasy. Una delle attrazioni più apprezzate è senza dubbio Winnie the pooh, un percorso su un veicolo su rotaia che si differenzia da quelli presenti in California e in Florida in quanto guidato via satellite.

Il Tokyo Disnayland ha visto nel tempo un notevole incremento dei visitatori, moltissime famiglie con bambini che hanno apprezzato e si sono divertiti provando le bellissime attrazioni.