Entro il 2035 il 90% degli USA potrebbe essere alimentato da fonti rinnovabili

Secondo un rapporto dell'Università di Berkeley, California, entro il 2035 il 90% degli USA potrebbe essere alimentato da fonti rinnovabili.

0
517
USA energie rinnovabili
Fonti di energie rinnovabili.

Nonostante la contunua dipendenza degli USA dei combustibili fossili come fonte energetica, i minori costi dell’energia alternativa stanno rendendo questa più competitiva sul mercato. Infatti, il rapporto della Berkeley dice che entro il 2035 il 90% della nazione sarà alimentata con fonti rinnovabili.

Gli USA e le fonti rinnovabili

L’università californiana di Berkeley ha pubblicato in un rapporto che, secondo le ricerche, entro il 2035 il 90% degli USA potrebbe essere alimentato da fonti rinnovabili. Il paese dipende ancora dal combustibile fossile. Tuttavia, il basso costo delle fonti energetiche alternative, come il vento e il sole, stanno rendendo l’alternativa sempre più competitiva sul mercato.

Un esperto di cambiamenti climatici che insegna alla Sanford School of Public Policy della Duke University, Billie Pizer, ha dichiarato: “Tutto questo è tecnicamente fattibile. Penso che le energie rinnovabili possano raggiungere questo obiettivo”.

I dati della ricerca

I ricercatori hanno raccolto i dati sulle energie rinnovabili e, con questi, hanno ipotizzato due scenari possibili per i prossimi 15 anni.

Il primo scenario suppone che la politica energetica rimanga come adesso, senza cambiamenti ambiziosi, così da incoraggiare la crescita delle energie rinnovabili.

Nel secondo, invece, si immagina quali possano essere gli ambiziosi cambiamenti politici che porterebbero alle percentuali del 2035 in merito alle fonti rinnovabili.

Secondo lo studio, in una prima previsione il 55% delle infrastrutture energetiche statunitensi sarebbe alimentato da fonti rinnovabili. Lo scienziato della Berkeley, Amol Phadike, questo risultato non è all’altezza per raggiungere gli obiettivi dell’accordo di Parigi. Tuttavia, fa riflettere sul fatto che sia possibile utilizzare le energie rinnovabili.

Il rapporto evidenzia inoltre che, per raggiungere l’obiettivo del 90%, bisognerà attuare riforme più drastiche. Esso si basa anche sui dati sull’utilizzo a larga scala delle cosiddette “batterie a griglia“. Tali batterie possono immagazzinare energia, raccolta per una rete elettrica fino a quando non è necessaria.


Per la prima volta in 130 anni, le energie rinnovabili superano il carbone in…

Facebook – Nel 2019 ha usato per l’86% energie rinnovabili


Il futuro del rinnovabile negli USA

Lo studio evidenzia che, a differenza dei combustibili fossili, i costi per le energie rinnovabili sono nella fase iniziale. Infatti, occorre l’acquisto di un terreno per installare turbine eoliche o pannelli solari. Ad esempio, una fattoria solare in grado di alimentare un’intera città di medie dimensioni costerebbe decine di milioni di dollari.

Secondo il rapporto della Berkeley, il governo federale potrebbe aprire la strada al finanziamento e facilitare le riforme energetiche necessarie per ottenere un 2035 più verde. Tuttavia, il settore energetico è gestito anche a livello statale. Pertanto le riforme andrebbero accolte anche da ogni singolo Stato.

Raggiungere però l’obiettivo di un’energia pulita entro il 2035 durante l’era del coronavirus non sarà facile. Infatti, in risposta alla crisi economica, il governo federale ha offerto benefici fiscali sui combustibili fossili, mettendo così a rischio l’occupazione nelle energie rinnovabili.

Come molte altre cose, il destino dell’energia pulita dipenderà dalle priorità del Presidente che a gennaio si insedierà alla Casa Bianca.