Emir Kusturica – ecco chi è il giurato del festival di Venezia 2019

0
662

Il Festival di Venezia 2019 è ormai alle porte: l’evento si terrà a partire dal prossimo 28 agosto e continuerà fino al 7 settembre, il tutto nel segno del grande cinema internazionale; in questo periodo porteremo avanti una rubrica incentrata sulla giuria che si occuperà di valutare le varie opere cinematografiche che saranno presentate durante il festival. Oggi ci soffermiamo su Emir Kusturica, noto regista jugoslavo naturalizzato serbo che ha raggiunto un notevole successo internazionale con film come “Ti Ricordi di Dolly Bell?” e “Il Valzer del Pesce Freccia”. CLICCA QUI PER IL PRECEDENTE CAPITOLO DELLA RUBRICA.

Classe 1954, Emir Kusturica si è laureato presso la FAMU Academy of Performing Arts di Praga nel 1977, portando come progetto finale il cortometraggio “Guernica”. Ha poi lavorato per diverso tempo per la TV prima di dedicarsi alla stesura del suo primo vero lungometraggio, “Ti Ricordi Di Dolly Bell?”: il film viene pubblicato nei primi anni ’80 ed è immediatamente un successo mondiale di pubblico e critica. Fin da subito, Kusturica mette in mostra uno stile riconoscibile, surreale, grottesco: questo suo biglietto da visita sarà molto importante per mantenere il suo successo costante negli anni in pellicole come “Time Of The Gypsies”, “Papà è in Viaggio d’affari”, “Underground” ed il film di debutto ad Hollywood “Arizona Dream”.

All’attività di regista, successivamente, si affiancano quella di musicista (fa parte della band To No Smoking Orchestra, su cui gira un documentario) ed attore – in questo campo ha un unico ruolo importante, quello nel film “L’amore Non Muore di Patrice Leconte. Dopo aver girato un documentario sulla sua band, Emir Kusturica ne gira anche uno di grande successo sul celebre calciatore Maradona, per poi tornare a lavorare ad altri film come “Words Of God”. Importante anche l’impegno politico mostrato da Kusturica, sempre dedito ad attaccare pesantemente l’estrema destra serba; inoltre, il suo film “La Vita è un Miracolo” è stato utilizzato come mezzo educativo nelle scuole tramite la realizzazione di CD-ROM che spronassero confronto e dibattito fra gli studenti.

Commenti