Emerging Curators Fellowship a Frieze London

La fiera sarà anche un'occasione per promuovere i talenti che si occupano dell'ideazione dei progetti espositivi

0
279

Frieze London, in collaborazione con Deutsche Bank, collaborerà con l’artista Ibrahim Mahama per sostenere la quarta iterazione della sua Emerging Curators Fellowship. Un’iniziativa volta a sostenere i curatori emergenti che si identificano neri o persone di colore e hanno sede nel Regno Unito. L’ultima borsa di studio vedrà il selezionato lavorare al Whitworth di Manchester. Il creativo offrirà lavoro alla prossima edizione dell’esposizione, che aprirà tra meno di due settimane. Tutti i proventi saranno usati per sostenere i borsisti.


Esposizioni artistiche a NY: gli appuntamenti di maggio


Quali attività propone Emerging Curators Fellowship?

“Siamo davvero interessati a organizzazioni che possano creare uno spazio educativo per un giovane curatore e dimostrare che sono in grado di fornire questo supporto per loro per 18 mesi” Eva Langret, Direttore artistico di Frieze London. “L’idea in realtà non è quella di paracadutare qualcuno e per loro di cercare di trovare la propria strada all’interno di quelle istituzioni”. Nel 2019, Mahama ha avuto una grande mostra al Whitworth, dove ha debuttato un’installazione intitolata Parliament of Ghosts. La sua familiarità con il Whitworth lo ha reso un partner attraente per il progetto.

Il progetto di Ibrahim Mahama

“Quando ci siamo avvicinati a Ibrahim, era molto entusiasta di poter sostenere un’istituzione che lo aveva sostenuto, ed è stato estremamente generoso nella sua offerta”, ha detto Langret. Tale offerta di sostegno include non solo una stampa, intitolata On a spaceship (2022) e realizzata in un’edizione di 30, ma anche una nuova opera di iuta-sacco dell’artista, Twice as tall (2022). Langret ha anche sottolineato come la pratica di Mahama si riferisca alla costruzione di istituzioni, in particolare con il suo Red Clay Studio di recente apertura in Ghana. In una e-mail, Alistair Hudson, direttore del Whitworth, ha elogiato Mahama come un artista “la cui visione sociale si sposa così bene con la filosofia della galleria. Questa è una grande opportunità per sostenere nuovi e diversi talenti curatoriali, come parte del nostro lavoro per trasformare le nostre istituzioni e la cultura che ci circonda”.

Le borse di studio per Emerging Curators Fellowship?

L’idea di sostenere un programma di borse di studio è iniziata nel 2020, poco dopo che Langret è entrato a far parte di Frieze. È nata una conversazione che ha avuto con Zoé Whitley, che era stata anche recentemente nominata direttrice della Chisenhale Gallery di Londra. Whitley stava cercando come dare al preesistente programma di borse di studio curatoriali dandogli “una nuova inflessione con particolare attenzione alle persone di colore”. Chisenhale è diventato il primo partner istituzionale di Frieze London per l’Emerging Curators Fellowship, e da allora la fiera ha sostenuto i borsisti del Baltic Centre for Contemporary Art di Gateshead, in Inghilterra, e del V & A East di Londra. L’esposizione è un modo per guardare a come espandere la conversazione sull’equità e la rappresentanza oltre Londra, che tende ancora a rubare molta luce.

Ibrahim Mahama e Emerging Curators Fellowship

Langret ha affermato che Frieze mira a sostenere varie organizzazioni non profit oltre al suo ruolo di impresa commerciale. Le partnership esistenti di Frieze London hanno contribuito a sostenere acquisizioni per organizzazioni artistiche del Regno Unito. Quidni Tate, il Camden Arts Centre e la Contemporary Art Society. Una tendenza che è in aumento ultimamente alle fiere con più stand che vanno alle organizzazioni non profit. La nuova sezione Spotlight dell’Armory Show ha recentemente posto l’accento sulle organizzazioni artistiche locali come the Kitchen. La fiera ha sempre senso solo quando lavora in tandem con il più ampio ecosistema artistico in cui opera. È davvero un momento importante per gettare una luce su dove è necessaria l’attenzione, e così spesso è nel settore non profit.