Emergenza meteo: scenari poco incoraggianti per Novembre

0
166
Emergenza meteo

Scenari poco incoraggianti: siamo in Emergenza meteo, speriamo in meglio per Novembre. Siccità, o se piove piove malissimo.

Sapevamo che il freddo artico avrebbe potuto creare non pochi problemi, non tanto per le temperature – quelle si sopportano – quanto per la possibilità di manifestazioni meteo di una certa rilevanza.

Freddo su mare caldo, come sempre, è un mix terribilmente pericoloso e lo è stato anche stavolta. L’aria artica ha scombussolato i mari meridionali, che a loro volta hanno fornito tantissima energia termica provocando l’approfondimento di un vortice ciclonico a sud della Sicilia. Sicilia e Calabria hanno ricevuto piogge localmente torrenziali, con tanto di inondazioni lampo al seguito. Anche la Puglia ha avuto la sua bella razione di temporali e grandine.

Poi però c’è il rovescio della medaglia: in molte regioni d’Italia le piogge sono ridotte al lumicino. Da quanto è cominciato l’autunno, stagione umida per antonomasia, in alcune zone dello stivale ha piovuto tanto, in altre poco o nulla. Vi sono delle regioni in piena emergenza siccità, ricordiamoci che anche in occasione delle ondate temporalesche settembrine – almeno 3 ben organizzate – le piogge caddero in modo irrazionale.

Tifone Kompasu: allagamenti e decine di morti in Asia

Vistoso cambio di rotta: tempo stabile ma occhio alle insidie

Inverno estremo: cresce l’attesa per la stagione invernale

Servono le perturbazioni atlantiche, c’è poco da fare. Quelle perturbazioni in fila una appresso all’altra, capaci di portarci benefiche piogge regolari. Invece no, anche quest’anno le proiezioni non sono per nulla incoraggianti. Da qui a fine ottobre non si vede nulla di tutto ciò, se non qualche altro peggioramento mordi e fuggi.

Anzi, a voler ben vedere potrebbe essere più presente l’Alta Pressione che il brutto tempo, confermando un’emergenza meteo che rischia di protrarsi a novembre. Quand’è che potremo tirare un sospiro di sollievo? Quand’è che potremo rivivere un autunno vecchio stampo? Domande che, come voi, ci stiamo ponendo anche noi ma in virtù di un nuovo millennio da emergenza climatica planetaria è bene tener presente che quel che è stato potrebbe non tornare più.

Dovremo abituarci alle piogge così violente, dovremo fare il callo ai lunghi periodi anticiclonici intervallati dalle “solite” gocce fredde mediterranee. O ancora peggio dai soliti cicloni mediterranei. Sì, perché da qui a dicembre dovremo prestare molta attenzione all’eventuale incattivimento del tempo, nulla di strano che possa scapparci qualche ondata di maltempo particolarmente violenta e persistente. Novembre, in tal senso, sarà un mese da seguire trattenendo il fiato.

Fonte: Meteo Giornale